Giappone, fusione di tre big assicurativi

A
A
A
Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti 20 Gennaio 2009 | 09:50
Il mercato assicurativo del ramo danni giapponese vedrà la nascita di un nuovo colosso: Mitsui, Aioi e Nissay inizieranno presto le pratiche necessarie alla fusione, superando per dimensione l’attuale leader di mercato, la Tokio Marine Holdings.

Ormai è opinione comune che l’attuale scenario economico stia favorendo l’accorpamento societario, ai fini di integrare in un’unica unità solida, diverse singole realtà vacillanti. Ne dà nuova dimostrazione il mercato giapponese, dove sta nascendo il principale gruppo assicurativo nel ramo danni, superiore addirittura all’attuale leader del mercato locale, la Tokio Marine Holdings.

Mitsui Sumimoto Insurance Group, Aioi Insurance e Nissay Dowa General Insurance (rispettivamente il secondo, il quarto e il sesto operatore di settore) inizieranno le pratiche per la fusione venerdì 23 gennaio, anche se i tempi per la realizzazione del piano si presentano lunghi: il voto degli azionisti avverrà presumibilmente in autunno, mentre il completamento dell’integrazione è previsto per la primavera del 2010. Il totale dei premi accumulati dalle tre compagnie ammontano a circa 30 miliardi di dollari.

La notizia ha generato un discreto entusiasmo in Borsa sul comparto assicurativo, contribuendo ad una chiusura in leggero rialzo ( 0,3%). Infatti, il risparmio sui costi generato dall’operazione è visto favorevolmente dagli analisti, con vantaggi reddituali che potrebbero risultare rilevanti all’interno di un mercato stagnante. Inoltre la fusione potrebbe liberare risorse utili ad un’espansione all’estero, specialmente in Asia, dato che in Giappone il mercato automobilistico è dato in calo, insieme alla popolazione. Del resto una ulteriore spinta a possibili espansioni potrebbe venire anche dal rafforzamento dello yen, ormai in rialzo stabile; si spera di pari passo con la fiducia del mercato. 
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Scauri (Lemanik): “E’ ora di investire sui titoli finanziari”

Ivass recepisce le indicazioni di Esrb e Eiopa, il pagamento dei dividendi valutato caso per caso

Insolvenze, hacker, Esg… I rischi per amministratori e manager nel 2021

NEWSLETTER
Iscriviti
X