Promotori Finanziari – Pf dimezza il rendiconto e viene radiato

A
A
A
di Redazione 27 Gennaio 2009 | 08:20
Con la delibera 16718 Consob ha revocato la delibera nella parte in cui disponeva la cancellazione di Giorgio Ciro Lillini dall’albo unico nazionale dei promotori finanziari e contestuale ha reiscritto, radiato e cancellato lo stesso dal relativo albo.

Dopo aver cancellato dall’albo il promotore per omesso versamento del contributo di vigilanza annuale, la Commissione, a seguito delle note con le quali Finecobank ha segnalato presunte irregolarità commesse da Lillini nello svolgimento dell’attività, è stata costretta a rivedere il provvedimento.

Dalla documentazione trasmessa e dai successivi riscontri svolti dalla divisione intermediari, è emerso infatti che il promotore finanziario avrebbe inviato ad alcuni clienti documentazione contabile non corrispondente al vero. A conferma di quanto riportato da alcuni clienti Consob ha svolto un’indagine evidenziando le esatte valorizzazioni di alcuni portafogli. In pratica a fronte di rendiconti consegnati ai clienti che presentavano un valore degli investimenti pari a circa 700.000 euro Consob ha scoperto che il corrispettivo effettivo si attestava in realtà a circa 350.000 euro.

Considerato che neanche in fase procedimentale il promotore ha ritenuto di avvalersi di alcuno strumento difensivo e relativamente ai fatti, le responsabilità di Lillini sono da ritenersi accertate, in quanto la documentazione complessivamente acquisita e l’assenza di qualsivoglia deduzione da parte dell’interessato, forniscono un quadro probatorio grave, preciso e concordante nel far ritenere sussistenti tutti gli illeciti contestati, la divisione intermediari ha deciso di radiare il promotore.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X