I promotori credono ancora nei fondi e nelle polizze

A
A
A
di Redazione 30 Gennaio 2009 | 10:00
I promotori finanziari tornano a puntare forte su fondi e polizze e chiudono in crescendo il 2008. Potrebbero essere sintetizzati così i dati diffusi da Assoreti che hanno evidenziato una raccolta netta gestita di 1,05 miliardi.

Mentre a ottobre il dato era addirittura negativo per 16,6 milioni e a novembre si era tornati in zona positiva con +275,7 milioni, l’ultimo mese del 2008 si è chiuso con una raccolta netta boom pari a 1,1 miliardi di euro. A conferma di un trend positivo arrivano anche importanti segnali di ripresa del risparmio gestito, storico core business dei promotori.
 
La ripartizione tra i vari comparti ha evidenziato, infatti, una raccolta netta per il gestito pari a 1,05 miliardi e di solo 9,4 milioni per il risparmio amministrato. In generale la raccolta netta realizzata attraverso la distribuzione diretta di quote di OICR è stata complessivamente positiva per 766,9 milioni di euro, ed ha coinvolto sia i fondi di diritto estero (469,9 milioni) e sia quelli di diritto italiano (321,2 milioni). Per quanto riguarda le gestioni patrimoniali individuali si continuano, invece, ad osservare deflussi complessivi, pari a 226 milioni di euro, attribuibili in gran parte alle gpf, per le quali si è avuta una raccolta netta negativa per 200,8 milioni. Di segno opposto le risorse nette confluite in prodotti assicurativi e previdenziali, complessivamente positive per 513,3 milioni di euro, con la raccolta in unit linked pari a 203,9 milioni e quella in prodotti previdenziali individuali per 103,5 milioni.

Con i dati dicembre è possibile tratteggiare un bilancio del 2008. Le reti di promotori finanziari hanno registrato negli scorsi 12 mesi una raccolta netta complessiva pari a 6,3 miliardi di euro derivante dal dato positivo della componente amministrata, pari a 15,9 miliardi di euro, che ha compensato i deflussi netti dal risparmio gestito negativi per 9,6 miliardi.

La raccolta netta diretta in quote di OICR è stata complessivamente negativa per 2,9 miliardi di euro, coinvolgendo principalmente i fondi di diritto italiano (-4,1 miliardi) e quelli di diritto estero (-1,1 miliardi) e compensata in parte dalla raccolta fortemente positiva in fondi di fondi per 2,1 miliardi di euro.

Nel corso dell’anno si è continuata a riscontrare la consistente uscita di risorse dalle gestioni patrimoniali, ed in particolare dalle gpf dalle quali si è avuto un deflusso di 8,7 miliardi, superiore a quanto già osservato nell’anno precedente (-6,9 miliardi).

Il bilancio dei prodotti assicurativi e previdenziali è invece complessivamente positivo (2,6 miliardi), anche se in forte flessione rispetto allo scorso anno. In particolare, i prodotti vita tradizionali, con una raccolta di 1,7 miliardi, ed i piani previdenziali individuali, con 634,6 milioni di euro, hanno raccolto il 92% delle risorse nette confluite sulla componente assicurativa/previdenziale. La raccolta lorda delle unit linked in termini di premi versati si attesta sui 3,6 miliardi di euro. Nel 2008, la raccolta netta del risparmio amministrato ha fatto registrare una crescita del 47,2% rispetto all’anno precedente, riconducibile sia al portafoglio titoli, per i quali si è avuta una raccolta di 12,8 miliardi di euro, sia alla componente di liquidità con una raccolta di 3,1 miliardi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X