“Lacrime di coccodrillo”, un video pro mandante sul caso SPI

A
A
A

La business coach Francesca Luisa Bianchi spiega sul suo canale youtube la sua posizione in merito alla vicenda segnalata da Bluerating

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti23 marzo 2018 | 09:06

Prosegue la scia di valutazioni in merito alla lettera ricevuta dal consulente di Sanpaolo Invest.

A dire la sua, questa volta su Youtube, è la business coach Francesca Luisa Bianchi. Una presa di posizione in favore della rete. Guardate il video e scoprite il perchè.


32 commenti

  • Avatar Giorgio says:

    al di là della “pubblicità” che la signora ha voluto farsi, il promotore è un imprenditore , se il mandato non prevedeva la clausola del minimo mi pare che la scelta della mandante sia opinabile e saranno pure fatti del consulente se a lui sta bene di avere quel portafoglio e guadagnare di conseguenza…sarebbe bell che la mandante indagasse anche sul come lavorano quelli che hanno grandi portafoglio, così, per curiosità

  • Avatar Mari says:

    Dopo questa pubblicazione, non merita di essere ancora ascoltata perché sa benissimo che le aziende cercano di dismettere i portafogli dei piccoli ingrandendo i portafogli dei più grandi, in quanto con la MifidII si impone alle aziende finanziarie di abbassare i costi che i clienti pagano per la gestione dei loro risparmi e questa rinuncia la si fa pagare ai consulenti più piccoli ultimo anello della catena (dove tutti mangiano dai vertici passando per i manager dei territori).
    Di contro lo scotto lo pagheranno i clienti che non hanno grandi patrimoni a cui saranno rifilati strumenti senza nessuno riguardo per la loro esigenze nè per i costi, diminuendo assistenza e manutenzione sui portafogli perché questi consulenti geniali con portafogli da 40 mil in su non potranno seguire tutti i clienti che ricadranno su di loro; oppure i mega consulenti li affideranno alle segretarie incapaci senza alcuna preparazione se non quella di imputare dati, fregandosene anche della famosa privacy a cui dobbiamo attenerci noi consulenti.

  • Avatar Aldo says:

    Che sfilza di banalità…

  • Avatar ale says:

    non entro nel merito delle decisioni del mandante, decisioni che prima di commentare dovrebbero essere ben conosciute, non ritengo che la giusta comunicazione possa essere data per scontata sentendo una sola campana.
    detto ciò, ma non credete che questo problema sia soltanto un anticipazione a ciò che naturalmente selezionerà il mercato…?
    grazie e buona raccolta a tutti

  • Avatar luca says:

    Cosa sarebbe una “business coach” ? Per quale motivo il suo giudizio dovrebbe interessarci ?
    Ci sono aziende dove si valuta soprattutto la serietà e la professionalità della persona………….il portafoglio viene di conseguenza.
    Qualcuno avverta la signora.

  • Avatar Massimo Rinaldi says:

    Premetto che la cosa non mi coinvolge personalmente……………….
    La Signora nel video ha fatto una gran bella marchetta alla sua attività imprenditoriale……………forse anche Lei necessita di implementare il suo portafoglio clienti.
    E’palese che i colleghi che hanno scritto i loro commenti prima di me, hanno in gran parte ragione.
    Tutti hanno una dignità professionale indipendentemente dal portafoglio.
    Ma in questo paese tutti hanno organi di tutela ……………….esclusi i consulenti finanziari

  • Avatar Giorgio secondo says:

    La parte più notevole di questo video è rappresentata dalla gestualità che ricorda vagamente quella del teatrino dei Pupi….

  • Avatar Marco says:

    Per forza il video è pro-mandante: questa signora tiene corsi ai pb Fideuram. Francamente trovo discutibile affermazioni e video pubblicati da chi è in conflitto interesse. Per carita, dice anche cose giuste, ma ripeto, è in conflitto di interessi (non voglio insinuare dubbi sulla “spontaneità” del video, sia ben chiaro).

  • Avatar Marco says:

    “Guardate il video e scoprite il perché”. Beh, dal video non si scopre come mai questa persona parli pro-mandante… ovvero che è in conflitto di interessi in quanto da Fideuram Ispb è pagata come docente esterna per i corsi di formazione (e lo dico perché quando lavoravo in questa “banca” ho partecipato ad alcuni corsi). Per carità, non voglio insinuare alcun dubbio circa la “spontaneità” di questo video (peraltro la signora dice anche cose giuste), trovo solo discutibile che a parlare sia chi è in conflitto di interessi. Stop.

  • Avatar Marzia says:

    Ma la signor Francesca che lavoro fa?
    L’ ha mai fatto il consulente o le chiamate a freddo??

  • Avatar luisa says:

    Sarebbe interessante spulciare i c.v. di queste figure commerciali e analizzare il loro percorso formativo ( accademico)
    A tal proposito mi chiedo se ha compreso la signora con “laurea in disciplina psicologiche” all’università J. Monnet ( Belgio” sic!) il detto ” lacrime di coccodrillo” che ripetutamente cita visto che il cf non credo debba provare rimorso per qualche sua azione da lui posta in essere…
    Ad ogni buon conto sarebbe il caso che il tema venga affrontato seriamente solo dai reali addetti ai lavori sperando che nessuno provi ad inserirsi nel dibattito per ben altri scopi

  • Avatar Mario says:

    Secondo voi, un professionista con 4/5 milioni di portafoglio e con venti anni di attività può considerarsi un Consulente Finanziario?

  • Avatar Salvatore says:

    San Paolo invest va chiusa !!!Collegnhi cambiate rete da SUBITO e insieme fate comune azione legale

  • Avatar Pietro says:

    Se io ho 10 clienti da 500k eu, o 100 da 50k e me li voglio “coccolare” che diritto hai tu di sindacare qual che faccio? Ci sono lamentele maggiori fra i clienti dei piccoli portafogli rispetto ai grandi? (forse è vero il contrario).
    La vera verità è che non interessa la qualità della consulenza, ma le masse masse masse, alla faccia della mifid… fatta la legge…

    Certo che questa “consulente” ha il raro dono della della … “simpatia” ….

  • Avatar ilaria says:

    La business coach in questione è una formatrice esterna a SPI e a suoi corsi partecipano quei consulenti finanziari che hanno un portafoglio “adeguato” e che la società sceglie per inserirli nei suoi corsi su come incrementare il portafoglio etc.etc. Quindi di fatto la signora M.L.Bianchi i consulenti con portafoglio inferiore ai 5 milioni di euro non l’hanno mai conosciuta .Evidentemente queste sono le politiche aziendali.

  • Avatar ilaria says:

    La signora M.L.Bianchi è una formatrice esterna a SPI quindi professionista pagata dalla società. Ai suoi corsi partecipano quei consulenti finanziari che risultano “adeguati” per portafoglio e che appunto sceglie la società.
    I consulenti SPI con portafogli inferiori ai 5 milioni probabilmente non la conoscevano prima di questo video.La questione è e resta sempre la politica aziendale.

  • Avatar Anonimo says:

    Oggi “cacanido” da 5 , poi da 10 , ….poi da 15 e così via ….una società piena di cacanido
    Mi domando se un formatore esterno alla società e ben pagato possa usare termini così offensivi per coloro che hanno lavorato 20, 25 e più anni come consulente finanziario sia in Spi che altrove . Perché non scende dal suo piedistallo e viene a conoscere i tanti cacanido di cui parla .Lacrime di coccodrillo ? No lacrime di sofferenza !!!!!!!!!!

  • Avatar anonimo says:

    F.L.Bianchi è una formatrice esterna a SPI ed è una professionista alla quale si rivolge la mandante per corsi di formazione tra cui quelli di come implementare il portafoglio, ma ovviamente a questi corsi partecipano solo i consulenti finanziari che hanno un portafoglio “adeguato”. I consulenti SPI con portafoglio inferiore ai 5 milioni di euro non sapevano nemmeno della sua esistenza prima di questo video. Quindi è bene sgombrare il campo da ulteriori manipolazioni . La formazione da parte della società per questa fascia di consulenti i è stata pessima e affidata solo al manager di turno ed in molti casi nemmeno a quella.

  • Avatar Francesco says:

    Consulenti finanziari considerati come venditori di “folletto”che sicuramente sono piu’ tutelati!

  • Avatar Anonimo says:

    ” ve lo avevo detto ” ma a chi ? Mai vista , certo lei si degna ad istruire solo i grandi portafoglisti al campus , campus interdetto a chi ha un portafoglio piccolo allora ? Che supporto ha dato con le sue grandi teorie di crescita a coloro che devono veramente crescere ? Allora la cacanidi è lei chiusa nel suo campus a Milano scenda in campo venga a dircelo in faccia ad ognuno di noi che siamo dei cacanidi se ha coraggio siamo ad attenderla

  • Avatar patrizia says:

    si è dimenticata di comunicare il numero al quale contattarla oppure la mail alla quale scriverle ….ah ah ah ah ah ah

  • Avatar Francesco says:

    Vedrei la signora piu’ adatta a reti di vendita di “folletto”

  • Avatar Promotore says:

    In risposta a Luca: perché dovrebbe interessarci? La domanda da fare è: perché si esprime pro-(quella)mandante? Perché per BF Ispb tiene i corsi e da essa è pagata. Se ora salta fuori che ci sono tanti promotori “scarsi” è palese che lei deve difendersi e dire “ve l’avevo detto”…

  • Avatar Anonimo says:

    Basito , chiacchiere inutili la verità è che con la legge mifid 2 i guadagni dei consulenti diminuiranno e la società anziché eliminare le figure manageriali che a ben poco servono e che molto costano cedono il portafoglio agli stessi se retrocessi e a coloro che avendo un portafoglio sui 10 oggi 20 domani ecc. potranno guadagnare la stessa cifra di oggi. Manovre politiche a discapito di chi ha lavorato anni non badando alla qualità lavorativa dei propri consulenti ma solo alla quantità ergo considerati peggio di venditori Folletto . Ma poi che termini come si consente di additare come CACANIDI persone che neanche conosce ? Pessimaaaaaasa

  • Avatar Giula says:

    Visto ed ascoltato il suo modo di comunicare consiglierei a lei di cambiare lavoro ahahah

  • Avatar Tina says:

    Sono un ex cf Fineco: ho avuto manager che ci incitano a
    collocare polizze a capitale garantito come fossero cct,
    oppure Core Series al posto dei fondi a là carte.
    Chi non lo fa non è più in linea con le strategie aziendali,
    quindi viene revocato. A me e’ successo questo!
    Da che parte sta Bufi?
    Con i cf seri, trasparenti e leali o con le banche che comandano cosa collocare senza nessun pudore????

  • Avatar Anonimo says:

    Dopo anni in cui ho contribuito ( nel mio piccolo ) alla crescita di Fineco , sbattuto fuori per riassegnare i miei clienti . Questa e’ la consulenza finanziaria…………..
    Siamo carne da macello .

  • Avatar Consulente says:

    Dopo anni in cui( nel mio piccolo ) ho contribuito alla crescita di Fineco . sbattuto fuori per riassegnare i miei clienti ad altri .
    La consulenza ………….. !

  • Avatar Anonimo says:

    Che squallore ! Carne da macello .

  • Avatar Anonimo says:

    Questa questione deve finire sui giornali!

  • Avatar Giula says:

    Dietro ogni numero ci sono persone . La qualità professionale non è misurabile con la quantità di portafoglio gestita . Ma poi cosa propone ? Di lavorare al nero per il grande portafoglisti che non riuscirà a gestire da solo il portafoglio da 40 30 ? Da denuncia !!!!! Meglio tacere mi creda signora professoressa

  • Avatar long short says:

    Parli come nei tuo corsi ….
    convinta che quello che dici sia legge ….
    ma non avete fatto, tu e lebanche ,i conti con il veleno che è presente nei consulenti, cioè tu pensi che chi viene mandato via ,lascierà il portafoglio a qualcun altro, o proverà comunque a portarlo alla concorrenza ???

    Hai mai fatto i conti di quanti sono i consulenti a livello numerico con buon portafoglio rispetto a quelli con i lptf medio basso ,
    in alcune reti importanti di solito sono circa il 30%che hanno un ottimo ptf gli altri quindi da 20.000.000 in giù son piccoli per voi.

    Peccato che chi ha i ptf grossi oggi già non riesce più a gestirli per la quantità di burocrazia presente nelle banche , e ora gli affideranno clienti mai visti e conosciuti , dai quali forse andranno un volta all anno se riescono , quindi io starei attento a dire quello che tu ipotizzi in quanto se le banche reti iniziano a perdere masse il sistema per loro non è più sostenibile e vedrai che con i costi che ci sono in Italia di gestione non sarà molto difficile attaccare anche i clienti dei ptf più grandi, sarà esclusivamente un battaglia di costi , visto che tanto, tutto quello che spesso viene venduto come consulenza, non è altro che una vendita commerciale come le altre fatta al cliente , e ricorda che se non vi è vero valore aggiunto ,il costo dopo un po non è più spiegabile, e sostenibile.
    Chiudo altrimenti potrei scrivere altre mille cose ma per il momento aspetto che tu legga e rifletta.

ARTICOLI CORRELATI

Prosegue lo sviluppo della rete Banco Desio

Widiba alla bolognese

Reti Champions League, collegamenti impossibili

La consulenza a doppio malto

Consulenti, persona giuridica? Anche no

Consulenti, una nuova alternativa per chi vuole uscire dalle reti

Consulenti: come e perchè far fare un check-up patrimoniale

Mediolanum, Doris come Capitan America

Azimut, vincenti perché indipendenti

Consulenti: se tu recluti, io ti pago

Bufi: è un’Anasf pragmatica

Credem, il nuovo volto della formazione

Mediolanum, il rendiconto ai raggi x

Banca Mediolanum: convention 2019, la cronaca completa

Consulenti, occhio al potere delle ancore casuali

Consulenti finanziari, un tour con Anima

Fideuram Ispb, quattro mesi nel segno del reclutamento

Consulenti indipendenti, ad aprile si cresce ancora

Consulenti sveglia, i ricchi hanno voglia di investire

Consulenti e pensione: Enasarco introduce il doppio calcolo (e non solo)

Dossier reclutamento – Widiba

Assoreti, il gestito mette il turbo alla raccolta

Consulenti, un aprile tra radiazioni e sospensioni

Consulenti, più della metà lavora con i social

Dossier reclutamento – Fineco

Consulenti: pianificazione successoria a regola d’arte

Consulenti, dead line sulla posta certificata

Consulenti: anticorpi del mercato contro il catenaccio

Consulenti: mi faccio una birra e cambio mandante

IWBank, reclutamento e ‘na tazzulella ‘e cafè

Dossier reclutamento: Allianz Bank FA

Bnl-Bnp Paribas LB, a lezione dai consulenti d’eccellenza

Consulente: tre grafici che ti faranno preoccupare

Ti può anche interessare

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

L’inaugurazione della nuova Casa della consulenza di Banca Mediolanum. Interviste esclusive a Enni ...

Consob e la macchina delle sanzioni

Un approfondimento sul sistema sanzionatorio nelle funzioni di vigilanza. Discorso del Commissario G ...

Pictet: due alternative per guadagnare a inizio 2019

Vendere o acquistare, a voi la scelta ...