Mercati

Hedge Fund, crolla il mito delle commissioni fisse

di Marco Mairate

Gli hedge corrono ai ripari. Ormai più che un trend sembra un’esigenza: quella che per anni è stato un pilastro della struttura commissionale applicata dai fondi hedge di mezzo mondo sta per tramontare. Dopo 18 mesi di passione sui mercati, performance in caduta libera e una frenata nella raccol ...

continua

Mercati asiatici scendono ai minimi del 2005

di Redazione

Il crollo dei listini asiatici ormai è una costante. Dopo la debacle di ieri, i principali indicatori azionari sono scesi ai livelli di dicembre 2005. A pesare sul sentiment, già pesantemente negativo, la debolezza della piazza americana e il caso Lehman Brothers. ...

continua

Fondi sovrani in trasparenza

di Redazione

Nell'ultimo anno i fondi sovrani sono stati una boccata d'ossigeno per molte società con difficoltà patrimoniali. Suscitano però anche molti sospetti, soprattutto per la loro scarsa trasparenza. Tanto che Ocse e Fmi preparano linee guida ad hoc. I governi occidentali temono in particolare che i v ...

continua

BlueIndex negativo anche senza Lehman

di Francesco Biraghi

Il crollo di Lehman Brothers (–44,95%) e i dati provenienti dal comparto immobiliare hanno trascinato al ribasso i titoli del settore finanziario. Il BlueIndex (–1,97%), pur non avendo tra i propri componenti la banca americana, non riesce a chiudere positivo. ...

continua

Peccato confessato, salvataggio perdonato?

di Redazione

Lo scorso 22 agosto a Jackson Hole, i grandi banchieri americani si sono incontrati per fare un punto sull'andamento dell'economia a stelle e strisce e sugli sviluppi della politica monetaria ed economica. Michel Girardin (nella foto), direttore investimenti di UBP, riporta la propria analisi sull'i ...

continua

La crisi di Lehman fa tremare le Borse

di Redazione

Seduta molto negativa per gli indici americani con l’S&P 500 in caduta del 3,41% ed il Nasdaq Composite del 2,64%. Tra le cause hanno pesato i timori di fallimento di Lehman (-45%) e le forti vendite sui settori dei materiali di base e dell’energia, complice la continua discesa del prezzo de ...

continua

Borse sotto i massimi, si sgonfia l'euforia

di Redazione

Mattinata positiva per le borse europee che dopo un avvio titubante prendono con decisione la via del rialzo. Ancora positivo il settore bancario mentre più incerti appaiono gli energetici colpiti da un petrolio al di sotto dei 105 dollari al barile. Attesa alle 16 per il dato relativo alle vendite ...

continua

Draghi e i promotori

di Private Banker

Nel suo recente discorso in occasione dell’assemblea ABI, il governatore della Banca d’Italia ha riassunto la situazione della consulenza finanziaria con grande lucidità, dando prova di competenza e realismo, ha ribadito che per contrastare il declino del risparmio gestito in Italia è necessar ...

continua

Male le azioni, bene i bond. Succede ancora, a volte…

di Manuela Tagliani

In una situazione nella quale i mercati azionari e le commodity perdono velocemente valore, il mercato obbligazionario recupera le sue caratteristiche anticicliche e di controbilanciamento dei mercati azionari.Il breve termine e il tasso variabile sembrano ancora da preferire. ...

continua

Lehman Brothers e la discesa senza fine

di Marco Mairate

Nella giornata di ieri le borse di mezzo mondo hanno festeggiato a loro modo la nazionalizzazione di Fannie Mae e Freddie Mac. Mentre i titoli delle società sponsor di 5.000 miliardi di mutui statunitensi crollavano di oltre 80 punti percentuali, i titoli finanziari in Europa e Stati Uniti prendeva ...

continua

Dopo Fannie e Freddie

di Marco Mairate

La semi nazionalizzazione di Fannie Mae e Freddie Mac, di fatto, sposta il problema dei mutui alla nuova amministrazione che verrà eletta in novembre. In questo senso poche indicazioni si hanno sulle future scelte che Democratici e Repubblicani vorranno prendere a riguardo: una cosa è certa la cor ...

continua

L’Era dell’abbondanza

di Redazione

Chi come me pensa che il cambio del dollaro contro euro debba avere qualcosa a che fare con i mille miliardi di cui si dovrà far carico il bilancio del governo americano non ha capito niente... ...

continua

Comunismo all'americana

di Marco Mairate

Si salvi chi può. I mercati volano sulla notizia che Fannie Mae e Freddie Mac rientrano sotto il 'programma di protezione della Federal Reserve'. Nessun fallimento quindi perchè paga lo Stato Americano ovvero i contribuenti. Con questa mossa, ampiamente annunciata, Paulson & Co sperano di rico ...

continua

Rischi inaccettabili

di Redazione

Dopo l’intervento della Federal housing financial agency, che ha assunto il controllo di Fannie Mae e di Freddie Mac, le borse asiatiche, a parte la solita borsa cinese che questa mattina ha toccato il record di -60% di perdita da inizio anno, nell'attesa di comprendere i veri costi del salvataggi ...

continua

Mediolanum e Azimut tra i migliori

di Francesco Biraghi

Il BlueIndex chiude a +0,63%, sostenuto dalla buona chiusura dei finanziari americani, in particolare Bank of NY Mellon (+4,81%) e Legg Mason (+4,50%). In Europa pesanti perdite per Natixis (–4,53%), Julius Baer (–4,17%) e per i principali titoli del settore, che possono diventare opportunità d ...

continua

Fannie Mae e Freddie Mac danno speranza alle Borse

di Redazione

Con la nazionalizzazione di Fannie Mae e Freddie Mac, gli indici azionari iniziano a festeggiare già in Asia con l’indice Nikkei 225 che chiude in rialzo del 3,4%, forti acquisti anche in Australia, Honk Kong e Singapore tutti in rialzo di circa il 4%. ...

continua

BlueIndex, si salvano solo i gestori

di Francesco Biraghi

Il BlueIndex lascia sul terreno il 4,21%. Hanno influito negativamente le parole di Trichet sulla politica monetaria nella zona Euro e i dati Usa su consumi e disoccupazione. Tra i titoli spicca Anima SGR che riduce le perdite grazie alla raccolta netta nel risparmio gestito. ...

continua

Per Wall Street una seduta da dimenticare

di Redazione

Chiusura in rosso per Wall Street che archivia la peggior seduta dal 26 giugno scorso. I dati sulla disoccupazione, peggiori delle attese, hanno dato il via ad un processo di vendite che si è autoalimentato nel corso del pomeriggio. Tornano così i timori, o la sempre più radicata consapevolezza, ...

continua

Magra consolazione per i fondi comuni

di Redazione

Agosto ancora in rosso per i fondi italiani, anche se l’analisi dei dati raccolti da Assogestioni mette in evidenza un netto rallentamento dei deflussi, pari a 2,6 miliardi di euro, rispetto a luglio, con un patrimonio che torna a crescere, superando abbondantemente i 501 miliardi. I fondi di liqu ...

continua

Banche centrali ferme al palo

di Redazione

Come da copione nessuna nuova dalle banche centrali, la Bank of england resta al 5% e la Bce al 4.25% ; non è però il dato in sé (largamente atteso) a tenere banco quanto le parole di Trichet nella usuale conferenza iniziata alle 14.30 che conferma l'attenzione al target inflattivo di medio lungo ...

continua

Cattive notizie dal Beige Book

di Francesco Biraghi

Non arrivano buone notizie dal Beige Book, prezzi in salita con salari e consumi fermi, delineano uno scenario inflazionistico. In Europa c’è attesa per le decisioni sui tassi d'interesse che oggi prenderanno Bce e Boe. ...

continua

Buone opportunità con i CCT

di Manuela Tagliani

I CCT hanno sofferto in modo particolare dello spread crescente tra Bot e Euribor, perdendo valore in modo molto marcato salvo recuperare nelle ultime settimane. Rimangono però uno strumento importante e a basso rischio, che in questo momento offre anche interessanti possibilità di rivalutazione. ...

continua

Tante domande, nessuna risposta

di Redazione

Sono costretto ad ammettere che la Cina del dopo olimpiade non è quella che conosco e che probabilmente farei meglio a non fidarmi più nemmeno dei dati di crescita comunicati dal governo cinese. ...

continua

Borse negative in attesa dei tassi di Bce e BoE

di Redazione

Seduta moderatamente negativa per gli indici americani. Anche il Giappone chiude in negativo con l’indice Nikkei, che segna un -1,04%. Oggi verranno divulgate le decisioni sui tassi da parte della Bank of England e Bce, mentre nel pomeriggio attesa per le richieste di sussidi di disoccupazione neg ...

continua

I titoli energetici tingono le Borse di rosso

di Redazione

Mattinata all’insegna del rosso per le borse europee. Sulla scia delle liquidazioni sul mercato americano anche nel vecchio continente sono i titoli legati all’energia e ai materiali di base a guidare il ribasso. I dati negativi relativi alle vendite al dettaglio in Eurozona non hanno poi di cer ...

continua

Finanziari ancora in evidenza

di Francesco Biraghi

Seduta contrastata per Wall Street, dopo che l’Europa aveva fatto segnare delle buone chiusure, grazie alla discesa del petrolio sotto i 110 dollari. Sempre sugli scudi i titoli finanziari, con ottime performance per Intesa Sanpaolo in Italia, Axa e Fortis in Europa, e infine Bank of America. ...

continua

Riuscirà Achille a raggiungere la tartaruga?

di Redazione

La vera emergenza della crisi finanziaria consiste nel riportare il capitale di base delle principali banche al livello indispensabile a ridare la fiducia sulla loro solvibilità. Le autorità di vigilanza usano tutti i loro poteri di moral suasion, ma finora la raccolta di capitale fresco segue a d ...

continua

Sommario Advisor di settembre

di Redazione

Dopo il boom del 2003, i promotori finanziari attivi non sfondano la quota dei 30.000. E anche la crescita dei clienti resta al palo. In un tale scenario si è scatenata una guerra fratricida tra i network. Su queste tematiche si sviluppa il dossier pubblicato su ADVISOR di settembre, in edicola in ...

continua

Chi paga il conto della crisi?

di Redazione

Nel discorso alla Convention repubblicana diffuso in anticipo dalla Casa Bianca il presidente George W. Bush dichiara : ”Sono ottimista sul nostro futuro perché credo nella bontà e nella saggezza del popolo americano e perché ho fede nel potere della libertà di sollevare tutti i figli di Dio e ...

continua

Wall Street cala insieme al petrolio

di Redazione

Wall Street chiude in territorio negativo dopo un ottimo avvio di seduta. A pesare sull’andamento dei listini il forte calo dei titoli petroliferi in seguito alla discesa del greggio. Mentre in Giappone l'indice Nikkei 225 ha segnato un +0,64%. Oggi attesa per il Beige Book statunitense che verrà ...

continua
NEWSLETTER
Iscriviti
X