Mercati

Germania, 50 miliardi contro la crisi

di Marcello Astorri

Le sirene dell’allarme recessione stanno suonando in Germania. Infatti, dopo il calo dell’economia registrato nel secondo trimestre, la Bundesbank non ha escluso che si possa verificare un ulteriore calo nel terzo, facendo entrare così il Paese in recessione tecnica. Alla luce di questo ...

continua

Oro, Ubs vede lo sprint a 1.600 dollari

di Hillary Di Lernia

Secondo Ubs per l’oro è iniziata una vera e propria fase toro. E come dargli torto: ad oggi il prezzo dell’oro si attesta a 1.518,93 dollari l’oncia, mentre ad agosto dello scorso anno trattava a 1.205 dollari l’oncia, con un apprezzamento di circa il 15% in dodici mesi, com ...

continua

Allarme di S&P: aumenta il rischio di recessione negli Usa

di Redazione

Secondo l’agenzia Standard and Poor’s, c’è una possibilità su tre che l’economia americana entri in recessione nel 2020. Alla base della decisione di S&P di riconsiderare le proprie posizioni rispetto a quanto previsto a maggio vi è una maggiore incertezza commercial ...

continua

Unicredit, nuovo responsabile per il trading obbligazionario

di Redazione

Unicredit si regala un nuovo responsabile del trading sui titoli governativi: si tratta di Kai Wolter, esperto del settore che vanta trascorsi in altri importanti istituti. A riportarlo è milanofinanza.it, che sottolinea come il manager sia stato in precedenza responsabile del trading sul credito ...

continua

Donald Trump vuole comprare la Groenlandia

di Marcello Astorri

Alla Casa Bianca piacciono i ghiacci della Groenlandia. In base a quanto scrive il Wall Street Journal, il presidente statunitense, Donald Trump, avrebbe parlato ripetutamente ai suoi consiglieri del progetto di acquistare l’isola dalla Danimarca. In base a quanto riferisce il quotidiano, a pr ...

continua

La gufata del venerdì: la Bce ha il cannone scarico

di Marcello Astorri

Gli economisti lo chiamano il cigno nero: l’evento dalle conseguenze catastrofiche che può causare una crisi economica. Ogni giorno, i gestori vi propongono prospettive allettanti per gli investimenti e potenziali porti sicuri dei rendimenti. Noi di Bluerating abbiamo voluto ribaltare la prospett ...

continua

Il Peso della crisi Argentina

di Hillary Di Lernia

Pesanti ombre di una nuova crisi finanziaria si allungano sul Paese sudamericano. Il peso argentino in continuo crollo, a seguito del risultato totalmente inaspettato delle primarie presidenziali svolte la scorsa domenica, che vedono in netto vantaggio il candidato peronista Alberto Fernandez. Come ...

continua

Dazi, Wall Street festeggia la tregua

di Hillary Di Lernia

Pronti a stappare lo champagne in quel di Wall Street. Ieri l’annuncio del governo Usa di aver posticipato l’introduzione dei dazi al 15 dicembre, ha fatto accelerare al rialzo gli indici di Borsa. Come riferito da MF – Milano Finanza, i maggiori rialzi si sono avuti dai titoli tec ...

continua

Crescita economica, fine dei giochi o segnali di stabilizzazione?

di Hillary Di Lernia

Forse non tutto è perduto. Sebbene il momentum economico abbia registrato una battuta d’arresto e la guerra commerciale abbia assunto un grande rilievo, sembrano esserci diversi molteplici segnali di stabilizzazione emersi nel primo semestre, i quali, in presenza delle giuste condizioni, potrebb ...

continua

Candriam: venti di supporto per i Mercati Emergenti

di Hillary Di Lernia

L’atteggiamento accomodante della FED è di supporto per i Mercati Emergenti ed evidenzia la volontà di prevenire un eventuale deterioramento dell’attività economica, derivante principalmente dalle tensioni commerciali. A nostro avviso le Banche Centrali di diversi Paesi emergenti seguiranno l ...

continua

Fitch salva (per ora) lo spread

di Hillary Di Lernia

Lo spauracchio del giudizio di Fitch sui conti dell’Italia questa volta non fa così paura. Il verdetto del 9 agosto ha difatti confermato il rating BBB sul Paese, dando così respiro ai titoli di Stato. Il tasso del Btp decennale si è attestato all’1,75% dall’1,84% della chiusura ...

continua

Don’t cry for me Borsa Argentina

di Redazione

La sconfitta del presidente uscente Mauricio Macri alle primarie presidenziali di domenica in Argentina, vinte dal peronista Alberto Fernandez, in lizza con Cristina Fernandez de Kirchner, candidata alla vice presidenza alle prossime elezioni del 27 ottobre, ha affondato la borsa argentina, che ha c ...

continua

Governo, una bomba chiamata debito

di Hillary Di Lernia

Una bomba ad orologeria con le ore contate quella del debito pubblico innescata dalla crisi di governo. Come sottolinea un articolo di MF – Milano Finanza, il dossier privatizzazioni non ha potuto essere portato a compimento fino in fondo a causa degli eventi, ma le conseguenze a fine anno sar ...

continua

Investimenti, i danni dei dazi

di Hillary Di Lernia

I mercati emergenti hanno subito una profonda trasformazione negli ultimi vent’anni, aumentando non soltanto in termini di dimensioni ma anche di portata. Tuttavia lo scontro commerciale USA-Cina potrebbe seriamente pesare sulla loro crescita. Michael Vander Elst, CFA, Portfolio Manager Fix ...

continua

Risparmio gestito, un’idra a tre teste

di Hillary Di Lernia

Il solo guardarla metteva paura…Così inizia la leggenda di Idra, il terribile mostro della mitologia greca in grado di poter uccidere un uomo con il solo respiro. Una creatura con sette o più teste, ma nella nostra versione ne ha tre, tre come i “titani” del risparmio gestito ind ...

continua

Crisi di governo, ecco come difendere i risparmi

di Redazione

Liquidità, Btp o azioni? Non è facile la vita di chi vuole investire i risparmi tra guerre commerciali e Brexit. Adesso si è aggiunta anche la crisi di governo italiana a complicare il quadro. Come riporta MF Milano Finanza, venerdì 9 agosto è entrato per la prima volta in territorio negativo i ...

continua

Investimenti, le opportunità emergenti dei bond

di Redazione

Vi proponiamo un commento sulle prospettive per gli investimenti nel debito emergente a cura di Marcelo Assalin, Head of Emerging Market Debt di NN Investment Partners. Buona lettura. La nuova escalation delle tensioni commerciali potrebbe causare qualche vento contrario per i mercati emergenti. Tu ...

continua

Germania, goodbye austerity

di Hillary Di Lernia

La Germania potrebbe dire addio alla politica di austerità, valutando per una vera e propria inversione di tendenza nella politica di bilancio. Questo lo scoop lanciato da Reuters ieri nel primo pomeriggio. Con i tassi sotto zero, l’esecutivo tedesco sembra pronto ad aumentare la spesa pubb ...

continua

Investimenti, il petrolio è sempre più americano

di Redazione

A che punto sta l’oro nero? Lo scopriamo con il supporto del commento sul mercato petrolifero, a cura di Koen Straetmans, Senior Strategist Multi Asset di NN Investment Partners. Buona lettura! In occasione della riunione di inizio luglio, l’OPEC+ ha deciso di prorogare l’accord ...

continua

Governo, la crisi fa schizzare lo spread e affossa la borsa

di Marcello Astorri

Piazza Affari sprofonda e lo spread fa un balzo da doppia cifra trascinando con sé i titoli delle banche che traboccano di Btp. La conta dei danni è ancora del tutto parziale dopo la crisi di governo voluta dal segretario leghista, Matteo Salvini. Un vero terremoto se si conta che, a due ore dall& ...

continua

La gufata del venerdì: Lehman bis è vicina

di Marcello Astorri

Gli economisti lo chiamano il cigno nero: l’evento dalle conseguenze catastrofiche che può causare una crisi economica. Ogni giorno, i gestori vi propongono prospettive allettanti per gli investimenti e potenziali porti sicuri dei rendimenti. Noi di Bluerating abbiamo voluto ribaltare la pros ...

continua

Btp, scorpacciata giapponese

di Marcello Astorri

Dal Paese del Sol Levante si guarda con interesse ai titoli di stato italiani. In base a quanto riporta Milanofinanza.it, gli investimenti dei fondi comuni giapponesi hanno iniziato a fare incetta di Btp, con investimenti che lo scorso giugno hanno toccato i 2,6 miliardi di dollari: il livello massi ...

continua

Widiba, un giorno da gatto

di Redazione

In corrispondenza della giornata internazionale del gatto, Widiba ha voluto simpaticamente celebrare questo amatissimo animale con un tweet e una foto ad hoc. Ve la proponiamo di seguito. ...

continua

Banca Mediolanum, raccolta senza guizzi a luglio

di Redazione

La raccolta netta di Banca Mediolanum rimane stabile. Il gruppo guidato da Massimo Doris a luglio ha avuto afflussi per 268 milioni di euro (in lieve calo rispetto ai 292 milioni di giugno), con un totale di 2,3 miliardi dall’inizio del 2019. Ancora una volta il risparmio gestito traina gli af ...

continua

Criptovalute, l’ombra della criminalità

di Hillary Di Lernia

Al mondo criminale piacciono i bitcoin. A segnalarlo la Dna, direzione nazionale antimafia e antiterrorismo della Procura nazionale, che nella relazione annuale affronta il tema del cosiddetto “paradiso finanziario virtuale”. Come riporta il Sole 24 Ore, Francesco Polino, sostituto procu ...

continua

Guerra dazi, la Cina gioca sui cambi

di Hillary Di Lernia

Dopo la svalutazione dello yuan da parte del governo cinese, Donald Trump non ha atteso l’appuntamento ufficiale con il prossimo rapporto del Tesoro sulle valute, previsto a metà ottobre, per dire “la sua”, che dal suo account twitter ha affermato che “Enormi quantità di d ...

continua

Unicredit, trimestre sotto le attese

di Redazione

Unicredit chiude il primo semestre dell’anno con utile netto di 3,2 miliardi in crescita del 51,7% rispetto allo stesso periodo del 2018 con la cessione degli immobili in Germania del primo trimestre e della quota del 17% di Fineco nel secondo trimestre. I ricavi sono pari a 9,3 miliardi ...

continua

Pictet AM: “La recessione è nei prezzi, ma non nei fondamentali”

di Hillary Di Lernia

Il contesto attuale è caratterizzato da una perdurante debolezza delle economie globali cui fa da contraltare una Fed sempre più accomodante, supportata dall’assenza dell’inflazione. Pictet AM conferma la sua posizione un po’ più costruttiva rispetto ai timori di recessione manifestati ...

continua

Guerra dazi, la dote amara della recessione

di Hillary Di Lernia

Ancora giornate buie per i mercati, che continuano a risentire della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina, soprattutto dopo che nei giorni scorsi il presidente americano, Donald Trump, ha annunciato l’introduzione di dazi al 10% su 300 miliardi di dollari di merci cinesi. Come riporta Il ...

continua

Ue, nuova tirata d’orecchie al governo

di Hillary Di Lernia

Ancora bacchettate sulle mani per il nostro governo. Come riporta MF – Milano Finanza, alcuni giorni fa l’Unione Europea ha aperto contro Roma dieci nuove procedure di infrazione in diversi settori. Tra i dossier emergono sia quello per la mancata osservanza ai provvedimenti europei in ...

continua