Etf – Sul settore immobiliare statunitense

A
A
A
di Fabio Coco 10 Marzo 2009 | 08:40
Il periodo di scarsa crescita negli States, sta negativamente influenzando il trend del settore immobiliare.

Un altro fondo caratterizzato da un andamento marcatamente negativo è l’iShares Ftse Epra/Nareit Asia Property Yield Fund, emesso da iShares LTD Public Company il 26/11/2008.

Questo Etf replica l’andamento dell’indice Ftse Epra/Naret US Dividend +, sottostante che seleziona le società ed i fondi del comparto immobiliare statunitense caratterizzate da un elevato flusso cedolare (dividendo distribuito pari a 0,23 dollari).

In questo caso, dunque, si sta scommettendo sul settore Real Estate americano e sulle sue più importanti società. L’investimento, di conseguenza, sarà incentrato esclusivamente sulle imprese appartenenti a tale settore, implicando una certa concentrazione geografica.

Data questa esclusiva concentrazione sulle società US, con titoli tutti denominati in dollari, si raccomanda, come sempre, di inserire eventualmente tale Etf all’interno di un portafoglio già ben definito, al fine di diversificarlo ulteriormente.

Nonostante il trend negativo di questo strumento, tuttavia, nel caso si prevedano futuri cicli economici americani favorevoli, magari in presenza di bassi tassi d’interesse, questo fondo potrebbe risultare redditizio: è noto come, infatti, il settore immobiliare sia prociclico.

Aumenti dei tassi potrebbero danneggiare il rendimento di questo Etf, poiché l’investimento in beni durevoli quali quelli immobiliari, spesso richiedono l’accensione di mutui.

Infine, la concentrazione sul dollaro, espone al rischio di valuta, in caso di fluttuazioni del cambio euro/dollaro.

Per maggiori dettagli, si consulti la nostra sezione sui prodotti: www.bluerating.com/component/oicrcontent/schedafondo.html

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf: al via il primo prodotto sul Bitcoin negli Usa

Etf, raccolta resiliente nonostante l’aumento della volatilità

Etf: Usa e azioni dominano nella raccolta globale

NEWSLETTER
Iscriviti
X