Certificati – Proteggersi sino a scadenza

A
A
A
di Fabio Coco 10 Marzo 2009 | 10:20
I certificati Twin&Go di DB, proteggono dai ribassi dell’indice S&P/Mib, o almeno sinché questo non scende sotto il 50% del proprio valore rispetto al giorno di strike.

Torniamo a parlare ancora dell’indice S&P/Mib, che da Gennaio 2008 a Marzo 2009, ha perso notevolmente, passando da oltre 37.000 punti, ai 27.880 di oggi.

A tal proposito, si segnalano i due nuovi Certificati Twin&Go di [s]Deutsche Bank[/s] (codici negoziazione: DB5P8Y e DB5Q2Y), emessi da X-Markets, che proteggono il capitale sino a scadenza.

Proprio come i certificati Express visti ieri, ai quali si rimanda (www.bluerating.com/etf-e-certificati/174-certificato-del-giorno/4939-certificati-la-clausola-di-rimborso-anticipato.htm), anche questi strumenti prevedono un’estinzione anticipata.

Questi due nuovi prodotti (con scadenza nel 2012 e nel 2011), hanno una barriera pari al 50% del valore dell’indice S&P/Mib a metà Marzo, quindi, fino a un meno 50% del mercato italiano, si è ancora protetti.

Facciamo un esempio. Se alla prima data di confronto dopo sei mesi di vita del certificato (il 17/09/2009), l’indice sottostante dovesse avere un valore superiore a quello della data di strike, allora il certificato si estinguerebbe immediatamente, rimborsando al sottoscrittore nominale più un premio (4% minimo per il primo certificato e 6,5% certo per il secondo).

Come spiega il periodico X-press Markets, infatti, a scadenza sono possibili due tipi di scenario. Se l’indice dovesse scendere senza tangere la barriera, il risparmiatore parteciperebbe in maniera proporzionale, ai rialzi ed ai ribassi dell’indice, comunque guadagnandoci.

Se la barriera, invece, venisse infranta, perdendo così più del 50% rispetto al giorno di strike (19/03/2009 per il primo e 17/03 per il secondo certificato Twin&Go), allora il sottoscrittore incorrerà in delle perdite, oppure otterrà profitti nella stessa percentuale conseguita dall’indice, tra il giorno d’emissione e quello di scadenza.

A parte queste comuni caratteristiche, i due certificati qui illustrati, oltre a differire per la scadenza, si distinguono per il diverso premio corrisposto: il primo certificato, infatti, paga minimo un 4%, bonus comunque da stabilirsi il giorno di strike.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche: un trimestre da incorniciare per Deutsche Bank

Reti e conti correnti, ecco chi costa di più (e chi meno)

Deutsche Bank, super tris di acquisti per Private e Wealth Management

NEWSLETTER
Iscriviti
X