Etf – Il settore del legno e della silvicoltura

A
A
A
di Fabio Coco 17 Marzo 2009 | 10:20
Il momento negativo internazionale sta penalizzando questo Etf con sottostante le maggiori imprese mondiali, nel campo del legname e della silvicoltura.

Costantemente in calo l’andamento dell’Etf armonizzato emesso da iShares II PLC il 12/10/2007, ovvero iShares II S&P Global Timber & Forestry (Isin IE00B27YCF74).

Questo strumento replica con una gestione passiva, l’andamento dell’indice S&P Global Timber & Forestry.

Si tratta di un paniere composto dalle 25 società maggiori a livello internazionale, nel campo della silvicoltura e del legname. Geograficamente, si ha una predominanza netta (quasi il 50%) di società statunitensi; seguono, con pesi minori, Canada, Svezia, Finlandia ed Australia.

E’ chiaramente un Etf indicato per coloro che intendono diversificare il proprio portafoglio, puntando sull’andamento azionario di questo settore particolare.

L’investitore di questo Etf, probabilmente, è colui che punta ad un trend positivo di queste imprese; tuttavia, essendo un settore abbastanza ciclico, la congiuntura economica negativa sta penalizzando l’andamento di questo strumento.

Infine, non si trascuri il rischio di cambio, a causa delle diverse divise presenti nel paniere del sottostante, soprattutto nei confronti del dollaro, altamente presente nel S&P Global Timber & Forestry.

I costi di gestione annui sono pari allo 0,65%. Lo strumento, sinora, ha distribuito un dividendo semestrale pari a 0,31 dollari ad Aprile 2008 e 0,18 dollari ad Ottobre, con un’evidente calo segno del momento non confortante. Vedremo quanto sarà il prossimo dividendo di Aprile 2009.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf: al via il primo prodotto sul Bitcoin negli Usa

Etf, raccolta resiliente nonostante l’aumento della volatilità

Etf: Usa e azioni dominano nella raccolta globale

NEWSLETTER
Iscriviti
X