Etf – Ancora performance record sull'EtfPlus

A
A
A
di Fabio Coco 10 Aprile 2009 | 09:20
Senza sosta gli scambi di Etf/Etc. Due nuovi record per il mese di marzo: 8.646 contratti giornalieri in media conclusi e 17,1 milioni di euro di controvalore medio giornaliero per gli Etc.

Continua imperterrito lo scambio di Etf sul mercato italiano. Come riportato nei giorni scorsi da BlueTG, [s]Borsa Italiana[/s] ha confermato il record raggiunto sull[a]Etf Plus[/a] nel mese di marzo: sono 8.464 i contratti conclusi mediamente ogni giorno. Il precedente record era, invece, pari a 8.247 contratti giornalieri, stabilito nell’ottobre del 2007.

Nello stesso mese anche il segmento Etc ha stabilito un nuovo record per quanto riguarda il controvalore medio giornaliero scambiato, registrando un valore pari a 17,1 milioni di euro. Analizziamo meglio i dati stimati da Borsa Italiana per l’EtfPlus.

Il mese di marzo ha visto scambiati 300 Etf più 46 Etc, con il delisting dei 6 prodotti emessi dalla società [s]SPA Etf[/s] Plc. Si segnalano, però, due nuovi ingressi di Etf, uno ricollegato ai corporate and government bond (iShares € Covered Bond) ed uno riferito ai mercati emergenti (iShares S&P Emerging Market Infrastructure). 

Il primo Etf offre la possibilità di investire nell’indice Market iBoxx Euro Covered, composto da covered bond denominati in euro con un importo minimo di emissione pari ad almento 1 miliardo di euro; il secondo Etf dell’emittente inglese, replica l’andamento del benchmark S&P Emergine Market Infrastructure, indice che include 30 società presenti nei mercati emergenti che operano nel settore delle infrastrutture.

Marzo 2009 ha visto 186.202 contratti scambiati per un controvalore pari a 4.597.412.295 euro,  contro i 140.785 contraddi di febbraio, per un controvalore di  3.781.136.302 euro. In particolare, in grande scambio i contratti riferiti ai mercati in via di sviluppo (115.402 contratti contro i 75.490 di febbraio) ed alle economie emergenti (21.954 contratti a marzo, 17.481 a febbraio). In calo il comparto degli Etc, però: a febbraio erano stati scambiati 26.705 contratti, mentre a marzo sono scesi a 23.122. Meglio dal punto di vista del controvalore, 333.677.491 euro a febbraio, contro i 375.423.206 euro di marzo.

Anche in termini di patrimonio netto si può notare l’incremento avuto nel mese scorso rispetto a febbraio: 69.719,5 milioni di euro a marzo, contro i 64.636,1 milioni di febbraio.

Focalizzando l’attenzione sulla distribuzione delle diverse classi di asset in termini di patrimonio netto, si evidenziano i pesi del 42,7% degli Etf collegati ai mercati in via di sviluppo, il 30,9% degli Etf connessi ai titoli di Stato e delle imprese ed il 10,1% degli Etc.

Le tabelle sottostanti, riportano gli Etf più scambiati a marzo, sia in termini di controvalore, che per contratti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: Euronext e Borsa Italiana lanciano il nuovo indice MIB ESG

Mercati, Borsa Italiana: ecco i nuovi indici azionari al via a ottobre

Etf, da Lgim un innovativo strumento sulle commodity a Piazza Affari

NEWSLETTER
Iscriviti
X