Etf – L'opaca performance del mercato azionario russo

A
A
A
di Fabio Coco 15 Aprile 2009 | 07:40
Il Market Access Daxglobal Russia non è uno degli Etf più vantaggiosi di questo periodo. All’8 aprile, questo strumento quota 22,83 euro rispetto ai 50,3 d’emissione nel giugno 2008.

L’Etf Market Access Daxglobal Russia (LU0269999958), collocato il 24 giugno 2008 sull’Etfplus da ABN Amro Market Access, presenta all’8 aprile uno yield to date pari al 35,65%.

Emesso al prezzo di 50,3, questo strumento replica l’andamento del sottostante, il Daxglobal Russia Index. Si tratta di un indice composto dalle più importanti e liquide ADR (American/Global Depositary receipts) appartenenti alle società russe. L’indice può comprendere fino a un massimo di 30 ADR (24 ADR attualmente, dato aggiornato alla scheda del prodotto), quotate su varie Borse, con uno scambio minimo giornaliero superiore a 1 milione di USD. Le ADR e le GDR costituiscono un mezzo a disposizione di società di Mercati Emergenti per accedere ai mercati azionari di rilievo in Europa e in USA. Per evitare raggruppamenti rischiosi delle società componenti, ad ogni azione è assegnato un limite massimo del 10%.

Rispetto al benchmark fissato dall’Ufficio studi di Bluerating, l’MSCI Russia, si può notare come questo strumento segue più che strettamente il trend dell’indice di riferimento. Tuttavia, al primo aprile, l’Etf quota 32,78, in calo ulteriore l’8 aprile, a quota 22,83, seppur in guadagno del 2,84% rispetto al giorno precedente di borsa.

All’8 aprile, su mille euro investiti, questo prodotto ne rimborsa 363.

L’Etf è negoziato in euro ed ha un TER pari allo 0,70%. Inoltre, non distribuisce proventi, ma, ove applicabile, li reinveste nel fondo stesso.

Tramite questo strumento gli investitori possono partecipare alle performance del mercato azionario russo. Come si legge dalla scheda del prodotto, il sottostante presenta una bassissima correlazione con le materie prime del settore energetico e perciò offre una buona diversificazione. Il rischio consta nell’esporsi alle fluttuazioni dell’indice di riferimento e nel rischio di cambio, in relazione alle valute in cui sono quotati i singoli componenti dell’indice.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Abn Amro batte le attese, ma taglia ancora personale

Assiteca Sim e Abn Amro Life, stretta di mano nelle polizze

Bond: a Bce potrebbe servire più tempo per normalizzare politica monetaria

NEWSLETTER
Iscriviti
X