Etf – Europa versus USA, un quadro numerico

A
A
A
di Fabio Coco 19 Maggio 2009 | 12:30
L’industria europea degli etf, in questi primi tre mesi del 2009, appare continuamente in crescita, sia in termini di scambi che di nuove emissioni. Volumi medi giornalieri in aumento anche negli Stati Uniti dove, tuttavia, vi sono stati 23 delisting a causa della scarsa convenienza a continuare a tenere in quotazione tali strumenti.

Alla fine del primo trimestre 2009, l’industria di etf europea ha contato 672 etf con 1.706 quotazioni, per un totale asset pari a 135,6 miliardi di dollari, secondo le ultime stime di Barclays Global Investors. Negli Stati Uniti, invece, 690 sono stati gli etf negoziati, per asset complessivi di 430,15 miliardi di dollari, con la presenza di 18 società provider di questi strumenti (29 in Europa), che hanno collocato i propri prodotti su 3 borse diverse (21 per gli emittenti europei).

In termini di year to date, gli asset sono diminuiti del 5%, dato comunque inferiore al ribasso del 15,8% nell’indice MSCI Europe espresso in dollari. Negli States, invece, in termini di YTD, la diminuzione è stata pari al 13,5%, dato superiore alla caduta dell’11,1% nell’indice MSCI US espresso in dollari.

Il lancio di 39 nuovi etf ha aumentato del 6,3% il numero degli etf year to date contro le 15 nuove emissioni in America ed i 23 delisting, cosa che ha causato una diminuzione dall’inizio dell’anno dell’1,1%.

Il volume degli scambi medi giornalieri in Europa dall’inizio dell’anno a fine marzo, è aumentato del 2,4% (a 2,07 miliardi di dollari), mentre negli States è cresciuto del 10,2% (per un totale di 84,9 miliardi di dollari).

In Europa le vendite nette dei fondi mutualistici (esclusi gli etf) sono state pari a 16,6 miliardi di dollari, mentre quelle di etf siti in Europa sono state pari a 10,4 miliardi di dollari durante i primi due mesi del 2009, secondo le stime Lipper FMI. Negli States, invece, i fondi mutualistici esclusi gli etf, hanno raccolto 47 miliardi di dollari in termini di vendite nette, mentre gli etf domiciliati negli USA 7,1 miliardi di dollari in questi primi due mesi del 2009, secondo i dati di Strategic Insight.

Inoltre, in Europa ci sono stati 125 etp con 375 quotazioni ed asset raccolti per 10,63 miliardi di dollari, grazie a tre emittenti che li hanno negoziati su sei borse. Gli exchange traded products in America, invece, sono stati 139, per un totale asset di 61,13 miliardi di dollari. Gli emittenti di etp sono stati 19, con collocamenti su due distinte borse.

In totale, 797 i prodotti in Europa, per 146,23 miliardi di dollari complessivi, mentre negli Stati Uniti sono stati 829 gli etf/etp, con 491,28 miliardi di dollari raccolti in termini di asset.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Gli Etf superano i fondi

Etf – Cresce l'industria asiatica

Etf – Industria da record nel terzo trimestre

NEWSLETTER
Iscriviti
X