Etf – Un punto di vista sulle commodities

A
A
A
di Fabio Coco 21 Maggio 2009 | 14:00
Massimo Siano, responsabile etf in Italia per Etf Securities, ha illustrato la situazione attuale delle commodities. E’ difficile fare una previsione su questi beni, in quanto diversi fattori possono condizionare l’andamento del mercato.

Nell’appuntamento di questa settimana di Class CNBC dedicato agli etf, [p]Massimo Siano[/p] ha avuto modo di esprimere la proprio visione sul mondo delle commodities, a partire dall’oro. Il responsabile del mercato italiano degli etf per Etf Securities, riguardo alle attuali quotazioni sopra i 940 dollari l’oncia del metallo prezioso, ha posto l’attenzione sul ruolo ricoperto dal Fondo Monetario Internazionale. L’FMI, infatti, starebbe vendendo parecchie riserve auree al fine di sostenere alcune economie emergenti in difficoltà, operazione che potrebbe far crollare il prezzo dell’oro o, comunque, frenarlo.

Da non trascurare l’effetto contrario che potrebbe, invece, generare l’accumulo d’oro da parte della Cina, Bric che si conferma al quinto posto tra i Paesi depositari della risorsa aurea. Peraltro, come riporta oggi l’Ansa, in India, altro emergente, il più grande mercato del mondo di questo metallo, la domanda di oro è scemata notevolmente in questo primo trimestre 2009. La stima rispetto a marzo scorso è del -83%, a quota 17,7 tonnellate.

Anche il platino è una commodity che negli ultimi mesi ha riscontrato un certo interesse da parte degli investitori. In questo campo, Etf Securities è presente su Borsa Italiana con il proprio Etfs Physical Platinum (Isin JE00B1VS2W53). Tale metallo prezioso, Massimo siano, lo vede strettamente collegato al settore automobilistico, tanto da vederlo più come un metallo industriale, che come un metallo prezioso. In questo senso, allora, chi si aspetterà che il settore automobilistico internazionale possa esser oggetto di una ristrutturazione, troverà d’interesse l’investimento sul platino; chi, invece, riterrà che il mercato delle auto subirà un rallentamento nei prossimi mesi, potrebbe ritenere opportuno, quindi, investire in uno short su questo metallo.

Non sono da trascurare nemmeno gli etc sull’allevamento. Il successo degli short sul suino, per i timori sorti in Messico, hanno indirizzato il mercato verso strumenti che puntano sul ribasso di tale settore. In questo senso, i timori sul suino hanno portato al successo dei future sul bovino, in quanto quest’ultimo è il bene succedaneo al suino, appunto. Un po’ la stessa cosa che accadde per l’influenza aviaria, quando, allora, fu favorito dalle preoccupazioni per l’influenza dei polli il bene succedaneo, ovvero il suino. Oggi, invece, è l’investimento diretto sul suino ad esser penalizzato, a favore dello short sullo stesso e degli strumenti connessi al bovino.

Per quanto concerne gli agricoli, etc sostanzialmente decorrelati alla crisi dei mercati attuale, le sovvenzioni statali da parte del governo USA per la produzione di etanolo, alcool ricavato dal mais, potrebbero favorire le quotazioni del grano e degli strumenti ad esso riferiti.

Infine, Siano ha messo in evidenza come Borsa Italiana sia il secondo mercato di riferimento per Etf Securities. Per questa estate, la società emittente ha intenzione di collocare exchange traded commodities di tipo short sull’oro e sul petrolio, oltre ad altri prodotti a leva.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, da State Street un prodotto sugli High Yield ESG Dividend Aristocrats

Da HANetf un poker di replicanti tematici originali, dalla space economy all’igaming

Etf: si profila un anno da record

NEWSLETTER
Iscriviti
X