Etf – La classifica dei più scambiati a maggio per controvalore

A
A
A
di Fabio Coco 2 Luglio 2009 | 13:00
A maggio, Sgam e Lyxor si sono sostanzialmente spartiti la classifica delle prime dieci posizioni in termini di controvalore negoziato, grazie ai propri etf. Presenti in questa speciale graduatoria, anche i fondi di iShares, db X-Trackers ed Etfs Securities.

Sgam e Lyxor si confermano ai primi posti delle classifica degli etf più scambiati in termini di controvalore (CTVL) anche a maggio. In testa al podio troviamo Sgam Etf Xbear S&P/Mib (dal primo giugno, Sgam Etf Xbear FTSE Mib), etf che nel 2008 ha guadagnato il 50,45% a 12 mesi, ma che da inizio anno (ytd) ha perso il 21,30% del proprio valore (dati al 29 giugno). La ripresa delle borse e dell’indice, infatti, sta condizionando la performance di questo strumento, tuttavia uno dei più scelti, come dimostra questa graduatoria. Su mille euro investite un anno fa, l’etf di Sgam ne corrisponde al 29 giugno 1.254,2. Rispetto alla precedente quotazione di borsa, Sgam Etf Xbear S&P/Mib ha perso il 2,84%, quotando a 57,301 euro.

Al secondo posto l’argento va al Lyxor Etf EuroCash, prodotto che da inzio anno ha guadagnato mezzo punto percentuale e che nel 2008, invece, ha registrato un positivo rendimento annuo del 3,86%. A fine aprile, l’etf monetario ha avuto asset in gestione per 2.502,78 milioni di euro ed, al 29 giugno, su mille euro investiti un anno fa, lo strumento ne rimborsa 1.023,5. Il 29 giugno, Lyxor Etf EuroCash ha quotato a 105,56 euro.

Il podio dei primi tre posti si completa con un altro prodotto di Sgam, ossia Sgam Etf Leveraged S&P/Mib. Questo strumento a leva nel 2008 ha presentato una performance a 12 mesi negativa, pari al -68,23% ed il trend sembrerebbe proseguire anche quest’anno, seppur in maniera più leggera: lo YTD (sempre al 29/06) è pari al -7,22%. A fine aprile l’etf ha avuto asset in gestione per 50,96 milioni di euro e su mille euro investiti un anno addietro, al 29 giugno il prodotto di Sgam ne corrisponde 365,9, in rialzo dai minimi di marzo, così come tutti i fondi. Il 29 giugno l’etf ha registrato un incremento nella quotazione del 2,81%, quotando a 12,245 euro, rispetto agli 11,910 della precedente giornata di negoziazione.

Ancora Lyxor ai margini del podio. Si tratta questa volta del Lyxor Etf S&P/Mib, sottostante sempre gradito dal pubblico italiano. Da inizio anno l’etf sta guadagnando l’1,36% (al 29 giugno sempre), seppur nel 2008 abbia perso, in termini di rendimento annuo, il 49,21%. Su mille euro investiti 12 mesi fa, il prodotto ne rimborsa al 29 giugno 652,8. A fine aprile, l’AUM è stato pari a 221,48 milioni di euro.

Al quinto posto ecco [s]iShares[/s], con il proprio iShares DJ Eurostoxx 50, altro sottostante sempre d’interesse. Questo strumento, a fine aprile, ha avuto patrimoni in gestione per 341,43 milioni di euro e presenta uno yield to return pari al 3,04%. Su mille euro, al 29 giugno l’etf ne rimborsa 710,1 e nel 2008 il prodotto ha avuto una performance a 12 mesi negativa, pari al -35,86%. Il 29 giugno lo strumento ha guadagnato l’1,82% sulla precedente giornata di borsa, quotando a 22,95 euro.

Sempre Lyxor in sesta e settima posizione. Si tratta del Lyxor Etf LevDax e del Lyxor sull’indice europeo di blue chip. Il primo strumento nel 2008 ha registrato a 12 mesi una performance pari al -72,2%, con un YTD al 29 giugno pari allo 0,24%. Su mille euro investiti un anno addietro, l’etf ne rimborsa al 29 giugno 463,6, in rialzo dai minimi di metà marzo. A fine aprile, lo strumento ha avuto asset in gestione per 59,40 euro. Il Lyxor Etf DJ Eurostoxx 50, invece, nel 2008 ha perso il 42,9% in termini di rendimento a 12 mesi, guadagnando però da inizio anno il 5,34% (ytd al 29/06). A fine aprile lo strumento ha avuto asset under management per 4.485,56 milioni di euro. Su mille euro investiti un anno fa, al 29 giugno il prodotto ne corrisponde 767,5. Rispetto alla precedente giornata di borsa, l’etf ha guadagnato al 29 giugno l’1,92%, quotando a 25,305 euro.

In termini di controvalore negoziato a maggio, all’ottavo e nono posto troviamo due prodotti della divisione emittente di Deutsche Bank. Il DB X-T. ShortDax al 22 giugno ha avuto patrimoni in gestione per 811,71 milioni di euro; nel 2008 l’etf ha registrato una delle migliori performance annue tra gli etf, un positivo +55,32%. Da inizio anno, però, l’etf sta perdendo il 6,34% (ytd al 29 giugno). Su mille euro investiti 12 mesi fa, l’etf ne corrisponde al 29 giugno 1.152. Il collega DB X-T. DJ Eurostoxx 50 Short Index, altro etf che nel 2008 ha registrato una performance molto positiva (+58,94%), da inizio anno sta perdendo il 7,75%. Al 22 giugno, lo strumento ha avuto asset in gestione per 456,21 euro, mentre su mille euro investiti un anno addietro, il fondo ne corrisponde 1.143,1.

Chiude la classifica l’etc di [s]Etf Securities[/s], ovvero l’Etfs Crude Oil. Al 29 giugno lo strumento ha guadagnato il 3,18% quotando a 19,47 euro, contro i 18,87 della precedente giornata di negoziazione. Nel 2008 il prodotto ha registrato una performance annua negativa, pari al -57,53% e su mille euro investiti un anno addietro, al 29 giugno lo strumento ne rimborsa 364,3. Da inizio anno, però, lo yier to date al 29 giugno è stato pari al 18,78%, grazie all’aumento del prezzo petrolifero. A fine aprile, l’Etfs Crude Oil ha avuto patrimoni in gestione per 420,83 milioni di euro.


                                         (tabella Borsa Italiana; fonte dati Bluerating)

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf – Long o short su petroliferi e gas?

Etf – Inflazione al minimo in Italia

Etf – Deutsche Bank punta su stock europei e commodities

NEWSLETTER
Iscriviti
X