Certificati – Aletti Step con cedola del 9,5%

A
A
A
di Fabio Coco 6 Agosto 2009 | 07:40
Il nuovo certificato sull’indice FTSE Mib, presenta due possibilità di estinzione anticipata qualore il sottostante registri un valore superiore a quello iniziale. In questo caso, Aletti liquiderà una cedola annua cumulata del 9,50%.

E’ in sottoscrizione sino al prossimo 2 settembre, il nuovo Aletti Step sull’indice FTSE Mib (IT0004514060). Emesso al prezzo unitario di 100 euro, lo strumento presenta due occasioni di rimborso anticipato del capitale (il 06.09.2010 ed il 05.09.2011), qualora in tali date di valutazione il livello del sottostante si trovi ad un valore superiore rispetto a quello iniziale di riferimento (apertura del prossimo 4 settembre). In tal caso, allora, l’investitore beneficerà del rimborso del capitale più una cedola del 9,50% nella prima data di valutazione o pari al 19% nella seconda data di valutazione.

Se, invece, non si verificherà nessun evento di estinzione anticipata del prodotto, allora si pergiungerà a scadenza, il 4 settembre 2012. In questo caso, dunque, se l’indice FTSE Mib avrà registrato un valore maggiore di quello iniziale di riferimento, allora il risparmiatore godrà di una cedola del 28,50% (ossia il 9,5% annuo, calcolato su tre anni), oltre al rimborso dei 100 euro.

Lo Step Certificate presenta, inoltre, una protezione dell’85% sul valore iniziale del FTSE Mib. Quindi, se alla maturity l’indice non avrà rilevato un valore superiore a quello iniziale ma neppure inferiore alla soglia di protezione, l’investitore vedrà interamente restituiti i 100 euro inizialmente corrisposti. Infine, per valori a scadenza dell’indice di blue chip italiane pari o inferiori anche al livello di protezione, ovvero perdite superiori al 15% del suo valore di partenza, l’investitore parteciperà direttamente alla perdita di valore del sottostante, cui sommare, però, un rimborso minimo garantito del 15%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti