Etf – Europa più cara degli Stati Uniti

A
A
A
di Fabio Coco 24 Agosto 2009 | 12:40
L’industria etf batte quella a stelle e strisce nel numero di strumenti, ma non negli asset. E’ così che gli etf europei hanno raccolto 179 miliardi di dollari complessivi, contro i 607 americani, quasi 3,4 volte tanto.

Al termine del secondo trimestre 2009, l’industria etf europea ha contato 713 etf con 1.858 quotazioni ed asset per 165,8 miliardi di dollari, con 32 società emittenti che hanno negoziato i propri prodotti su 20 borse internazionali. L’Europa batte così gli Stati Uniti come numero di strumenti, ma non negli attivi amministrati. Infatti, negli States sono stati 697 gli etf quotati da 21 emittenti su 3 borse internazionali, con asset complessivi per 537,87 miliardi di dollari.

Sebbene gli asset in Europa continuino a crescere ad un ritmo più accelerato (il 16,3% da inizio anno contro l’8,2% americano), il mercato a stelle e strisce resta ancora il più sviluppato. Proprio perché il mercato etf in Europa è più indietro rispetto ai volumi Usa, le prospettive di crescita sono maggiori. Difatti, nel secondo trimestre di quest’anno, il numero di fondi a replica passiva in Europa è aumentato del 12,8%, con 101 nuovi prodotti lanciati, mentre negli Stati Uniti è scemato dello 0,1%, con 41 nuovi etf lanciati, ma 42 delisting.

Inoltre, i dati mostrano come gli etf in Europa siano più cari rispetto ai colleghi americani. La media dei TER degli etf azionari in Europa è di 37 punti base (contro i 175 della media dei fondi azionari attivi),  mentre negli Usa la media dei total expense ratio è di 32 punti base (contro una media di 141 dei fondi azionari attivi).

La vendita di fondi mutualistici in Europa, però, ha superato quella conosciuta negli Stati Uniti: 62,1 miliardi di dollari contro i 21,3 americani. La vendita netta di etf siti in Europa, però, è stata inferiore a quelli domiciliati negli Usa, con 16,9 miliardi di dollari nei primi cinque mesi del 2009, contro i 19,9 a stelle e strisce.

In totale, etp compresi (148 in Europa contro 136 negli States), sono stati 861 i prodotti in questione negoziati nei confini europei per complessivi 178,61 miliardi di dollari, contro gli 833 strumenti americani, che hanno raccolto, invece, 607,47 miliardi di dollari alla fine del secondo trimestre 2009.

(fonte dati: “Etf Landscape: Industry Review from Barclays Global Investors, July 2009”)

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Gli Etf superano i fondi

Etf – Cresce l'industria asiatica

Etf – Industria da record nel terzo trimestre

NEWSLETTER
Iscriviti
X