Etf – Il comparto agricolo mondiale

A
A
A
Avatar di Fabio Coco 4 Settembre 2009 | 10:20
L’indice Nasdaq Omx Global Agriculture si espone sulle società internazionali a maggior capitalizzazione e liquidità operanti nel settore agricolo e affini.

Il Powershares Global Agriculture Nasdaq Omx Fund (IE00B3BQ0418), collocato il 27 ottobre 2008 da Invesco PowerShares, il 2 settembre ha registrato una chiusura stabile a 6,398 rispetto alla precedente giornata di contrattazioni (6,397). A fine marzo, questo strumento ha avuto attivi amministrati per 1,18 milioni di euro.

L’indice Nasdaq Omx Global Agriculture (espresso in dollari USD) replica la performance delle società a maggior capitalizzazione e liquidità operanti nel settore agricolo e affini (fertilizzanti, prodotti chimici per l’agricoltura e tecnologie agricole) e quotate in mercati regolamentati di tutto il mondo. Per far parte dell’indice. ogni titolo deve essere classificato da Nasdaq Omx con la dicitura “agricoltura” e deve possedere una capitalizzazione minima di mercato su scala mondiale, corretta per il flottante, pari a 500 milioni di dollari ed un valore minimo giornaliero di scambi in dollari, basato su un media trimestrale, pari a 1 milione di dollari.

Su mille euro investiti il 28 ottobre 2008, al 2 settembre l’etf ne corrisponde 1.381,9, in continuo aumento rispetto ai 1.124,4 del 6 marzo. Da inizio anno, al 2 settembre lo strumento sta registrando una performance pari al 33,56%.

Il fondo armonizzato tematico presenta un TER pari allo 0,75%. Inoltre, l’etf distribuisce dividendi su base trimestrale; il primo luglio 2009, infatti, ha corrisposto proventi per 0,096 dollari per strumento.

Il Powershares Global Agriculture Nasdaq Omx Fund è adatto per investitori che intendono diversificare il proprio portafoglio esponendosi nei confronti di imprese internazionali operanti nel settore agricolo e affini, con un’ottica d’investimento di medio-lungo periodo. Il rischio maggiore connesso a questo etf concerne l’attività svolta dalle società comprese nell’indice. Infatti, il comparto agricolo è spesso soggetto a fattori ambientali, ma anche economici negativi, in fase di rallentamento dell’economia che penalizzano le imprese. Infine, lo strumento investirà nei mercati emergenti, con tutte le conseguenze normative, governative, regolamentari di rischio connesse a tali Paesi.

(elaborazione dati: Bluerating)

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, commodity in pieno rally. Gli Etf a Milano

Mercati, le intriganti correlazioni tra Esg, inflazione e commodity

Materie prime: ecco il portafoglio in Etc con una performance di oltre il 90%

NEWSLETTER
Iscriviti
X