Certificati – FTSE MIB ed Eni i più scambiati sul Sedex

A
A
A
di Fabio Coco 23 Settembre 2009 | 07:40
Gli indici italiani restano i sottostanti più scambiati dagli investitori tra certificati e covered warrant. In termini di controvalore, l’indice di riferimento è sempre quello di blue chip italiane.

Settimana scorsa (dal 14 al 18 settembre), l’indice FTSE Mib è stato il sottostante più scambiato in termini di controvalore sul Sedex. Tra certificati e CW, l’indice di blue chip italiane ha raggiunto i 17.667 milioni di turnover scambiato come sottostante. Seguono Eni e DJ Eurostoxx 50, rispettivamente con 7.693 milioni di euro e 2.636 di controvalore settimanale negoziato.

In sostanza, la ripartizione degli scambi in termini di sottostanti si è concentrata per un peso del 44,62% su indici italiani, in calo rispetto alla percentuale del 50,03% della settimana antecedente. Salgono, invece, le azioni italiane, che dal 29% rivestono un peso del 33,49%. Tra i sottostanti preferiti dagli investitori, in salita anche indici internazionali ed azioni europee: i primi dal 10,36% si portano al 10,63%, mentre i secondi dal 7,21% passano al 7,96%.


                         (dati: UniCredit Group)


Ulteriori approndimenti sulle novità e le statistiche del SeDex
nella sezione Analisi realizzata in collaborazione con
:

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati, da Intermonte e Goldman ecco il primo prodotto sulle eccellenze del made in Italy

Certificati, da Vontobel un Tracker sul settore della cosmesi

Certificati, da Societe Generale un long e uno short sul Vix Future

NEWSLETTER
Iscriviti
X