Etf – Le società europee ad alto potenziale

A
A
A

Il PowerShares Dynamic Europe Fund investe sulle azioni delle società europee in possesso del maggior potenziale di apprezzamento del capitale. L’indice si basa su una metodologia quantitativa che punta a battere il benchmark.

di Fabio Coco30 settembre 2009 | 12:30

Il PowerShares Dynamic Europe Fund (IE00B23D9570), collocato il 23 gennaio 2008 da Invesco PowerShares, al 28 settembre ha quotato a 5,995 euro, in rialzo dell’1,44% sulla precedente giornata borsistica. Il benchmark replicato dal fondo è l’indice QSG Europe (Quantitative Service Group), che si basa sulla metodologia multi factor QSG (che effettua il ranking delle società comprese nell’elegible universe in funzione di 14 fattori al fine di individuare quelle che presentano il maggiore potenziale di crescita). L’indice seleziona le 250 società con ranking migliore tra le mille società a maggiore capitalizzazione (quotate nei mercati dei seguenti paesi europei: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Norvegia, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera e UK. Tralasciando la metodologia quantitativa e la generazione di alpha capaci di battere i parametri di riferimento, in poche parole questo etf investe sulle azioni delle società europee in possesso del maggior potenziale di apprezzamento del capitale.
Nel 2008, questo etf ha registrato una performance a 12 mesi positiva, pari al 37,04%.

Da inizio anno al 28 settembre, il PowerShares Dynamic Europe Fund presenta uno year to date pari al 37,97%, con proiezioni ad un anno del -9,34%. Su mille euro investiti un anno addietro, al 28 settembre il fondo a replica passiva ne corrisponde 944,7, in rialzo del 72,39% dal ribasso conosciuto il 9 marzo, quando lo strumento avrebbe rimborsato 548 euro.

Il prodotto presenta commissioni totali annue pari allo 0,75%; inoltre, distribuisce dividendi su base trimestrale. Gli ultimi corrisposti il 30 giugno 2009 e pari a 0,209 euro ed il 31 ottobre 2008 e pari a 0,039 euro.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Lyxor, etf a misura di cyborg

Poker di Invesco sull’Etf Plus

No della Sec a nove Etf sul bitcoin

Etf, la corsa non si arresta

iShares, quando il binomio è perfetto

Etf, nuova proposta multifattoriale

Sull’etf splende il Sol Levante

Etf, la tattica paga di meno

Etf, quando gli smart beta cambiano il benchmark

Etf a tutto investment grade con Ubs

Etf, raccolta in picchiata

Il (vecchio) passivo è morto, evviva il (nuovo) passivo

Etf, perché avranno successo tra i consulenti

Capitali, come portarli all’estero (legalmente)

Consulenza previdenziale: gli etf piacciono ai fondi pensione

WisdomTree, CoCome ti innovo l’obbligazionario

Fondi passivi sostenibili, la strada è ancora lunga

Rivivi il webinar: Evoluzione dei mercati finanziari e nuovi modelli distributivi in Italia

Bnp Paribas Am, doppio ingaggio per gli Etf

Etf, gli smart beta piacciono un po’ di meno

Gli Etf sono un’arma di distruzione di massa?

WisdomTree e Etf Securities, affare fatto

Contenere la volatilità con gli ETF: missione possibile

Etf, un investimento smart ai tempi di Mifid 2

La guerra dei fondi

Una nuova guida per Spdr

J.P. Morgan AM, cinquina di Etf a Piazza Affari

Etf, proposta obbligazionaria di Spdr

Quando l’Etf è un ingrediente del portafoglio

5 modi smart per utilizzare gli ETF Smart Beta

Etf, 25 anni in ascesa

Etf Securities: metalli industriali ed energia per il 2018

Tra attivo e passivo: gli ETF Smart Beta

Ti può anche interessare

Quando l’Etf è un ingrediente del portafoglio

L'utilizzo degli Etf nei prodotti d’investimento ...

UBS Am, versione euro-hedged per l’Etf multifactor su large, mid e small cap Usa

L'Etf si affianca al prodotto multi-fattoriale senza la copertura di cambio, quotato a luglio del 20 ...

Exane Derivatives lancia la campagna Batterie & Rivoluzione elettrica

Basandosi sulla rigorosa ricerca di Exane BNP Paribas, il team Exane Derivatives ha individuato le s ...