SeDeX, passo indietro per gli scambi

A
A
A
di Fabio Coco 16 Novembre 2009 | 10:20
La media degli scambi giornalieri abbandona la quota dei 60 milioni per attestarsi a 47,512 milioni di euro, ossia un calo settimanale del 22,7%.

Nell’ultima settimana (dal 9 al 13 novembre), la media degli scambi giornalieri sul Sedex si è attestata a 47.512.100 euro, contro gli oltre 61 milioni di 14 giorni prima, ossia un calo significativo del 22,7%. La ripartizione degli scambi continua a restare nettamente a favore dei covered warrant, schiacciante la fetta occupata sul Sedex da questa tipologia. Infatti, i cw si consolidano portandosi ad un peso dell’82,03%, mentre gli unici certificati a reggere all’impatto sono gli equity protection che, nel loro piccolo, da un peso del 4,56% passano al 6,14%. Dopo aver toccato il 7%, invece, gli strumenti a leva tornano su livelli più bassi, rivestendo a fine settimana scorsa, un peso del 3,47%. Pesi marginali, attorno all’1,3%, per gli outperformance ed i benchmark. Nel rapporto call/put, la prima tipologia ha occupato un peso del 56%, contro il 44% rivestito dalla seconda.


                                     (dati: UniCredit Group)

Ulteriori approndimenti sulle novità e le statistiche del SeDex
nella sezione Analisi realizzata in collaborazione con
:

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati, IG: ecco il “termometro del trading” del 3° trimestre

Certificati, da Cirdan Capital sei nuovi Tracker Delta One

Certificati e distribuzione, Consob chiarisce i dubbi

NEWSLETTER
Iscriviti
X