Sedex, gli Equity perdono il passo

A
A
A
di Fabio Coco 23 Novembre 2009 | 10:20
La ripartizione degli scambi, grazie anche alle numerose emissioni ad ottobre su questi contratti, continua a vedere preponderante il peso dei covered warrant, che schiacciano il peso rivestito dalle varie tipologie di certificati.

Nell’ultima settimana (dal 16 al 20 novembre), la media degli scambi giornalieri sul Sedex si è attestata a 44.068.600 euro, contro gli oltre 47,5 milioni di 14 giorni prima, ossia un calo del 7,24%, dopo quello del 22,7% conosciuto tre settimane addietro. La ripartizione degli scambi, continua a restare nettamente a favore dei covered warrant, che si consolidano portandosi ad un peso dell’83,35%. Stavolta gli equity protection non tengono il passo, calando ad un peso del 3,70%, contro il 6,14% di 14 giorni prima. Al terzo posto, ad ogni modo, si rivedono i Bonus, che hanno rivestito una fetta della torta del 3,62%. Seguono gli strumenti a leva, sostanzialmente stabili al 3,61%. Pesi marginali tra l’1,7% e l’1,3%, infine, per i benchmark, gli express e gli outperformance certificate. Nel rapporto call/put, la prima tipologia ha occupato un peso del 55%, contro il 45% rivestito dalla seconda.


                          (dati: UniCredit Group)

Ulteriori approndimenti sulle novità e le statistiche del SeDex
nella sezione Analisi realizzata in collaborazione con
:

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati, da Intermonte e Goldman ecco il primo prodotto sulle eccellenze del made in Italy

Certificati, da Vontobel un Tracker sul settore della cosmesi

Certificati, da Societe Generale un long e uno short sul Vix Future

NEWSLETTER
Iscriviti
X