Invesco PowerShares FTSE RAFI, a caccia dei fondamentali

A
A
A
Avatar di Redazione 24 Novembre 2009 | 15:50
Gli indici FTSE RAFI mirano ad identificare il valore equo di ogni singola società attraverso l’utilizzo delle variabili fondamentali e a costruire un paniere che comprenda i migliori titoli del proprio settore di riferimento.

Se gli ETF tradizionali replicano  passivamente gli  indici a capitalizzazione, gli  ETF PowerShares FTSE RAFI si basano sugli indici fondamentali, che analizzano con rigore i fondamentali  di ogni società ( fatturato, flussi di cassa, patrimonio netto e dividendi) con l’obiettivo di offrire performance non condizionate dagli alti e bassi dei mercati.

Invesco PowerShares FTSE Rafi: l’evoluzione della specie degli ETF passivi

Quando nel 1993 il primo ETF venne lanciato sul mercato, il suo obiettivo era molto semplice: trattare un portafoglio di azioni come fosse un unico titolo, replicando l’indice S&P 500. Da allora, quasi tutti gli ETF tradizionali si basano sugli indici a capitalizzazione di mercato. Tuttavia per chi decide di investire in un fondo indicizzato, la selezione di un indice capace di rispecchiare i suoi obiettivi di investimento è un elemento chiave.  Per questa ragione Invesco PowerShares offre una gamma di ETF innovativi, costruiti su indici che rispecchiano più fedelmente i mercati globali, con l’obiettivo di ottenere performance svincolate dagli alti e bassi dei mercati , grazie ad un approccio rigoroso basato sui fattori dell’analisi fondamentale.

I VANTAGGI DELI ETF FTSE RAFI 
La gamma degli ETF PowerShares FTSE RAFI replica una serie di indici FTSE RAFI. Questi indici mirano ad identificare il valore equo di ogni singola società attraverso l’utilizzo delle variabili fondamentali e a costruire un paniere che comprenda i migliori titoli del proprio settore di riferimento.

• I prodotti legati agli indici FTSE RAFI offrono il vantaggio di una strategia di investimento solida ed innovativa  mantenendo tutte le prerogative tipiche degli ETF tradizionali: replica passiva di un indice, costi di accesso bassi e trasparenza.
• Nella selezione dei titolo gli indici FTSE RAFI utilizzano i parametri fondamentali;in fase di ribilanciamento essi privilegiano partecipazioni di società con buone prospettive di crescita e solidi fondamentali  piuttosto che quelle di società che hanno già raggiunto un elevato valore di mercato.
• Gli indici basati sull’analisi fondamentale non necessariamente privilegiano titoli di società sopravvalutate.
• Gli indici fondamentali offrono una liquidità analoga a quella degli indici tradizionali e in più utilizzano modelli e tecniche di ottimizzazione del portafoglio e riduzione del rischio molto più evoluti ed efficaci.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: colpo di reni per l’oro. I prossimi target e gli Etc a Piazza Affari

Svizzera: disoccupazione in calo e Borsa in rialzo. Gli Etf sullo Smi

Mercati, la rivincita del Dow Jones a Wall St. Tutti gli Etf a Piazza Affari

NEWSLETTER
Iscriviti
X