SeDeX, gli italiani la fanno da padrone

A
A
A
di Fabio Coco 30 Novembre 2009 | 11:20
Tornano a salire leggermente gli scambi settimanali, del 2,64%, dopo la perdita di circa il 30% del proprio valore, conosciuta nella prima metà del mese. Nella ripartizione degli scambi in termini di sottostante, indici italiani ed azioni nazionali continuano a riscontrare le preferenze degli investitori.

Nell’ultima settimana (dal 23 al 27 novembre), la media degli scambi giornalieri sul Sedex si è attestata a 45.234.799 euro, contro i precedenti 44,068 milioni di euro, ossia un lieve recupero del 2,64%, dopo i cali conosciuti nelle ultime due settimane (complessivamente pari ad un terzo del valore). La ripartizione degli scambi in termini di sottostanti, si è concentrata nuovamente sugli indici italiani per un peso del 67,28%, risultando stabile rispetto alla percentuale rivestita 14 giorni addietro. Anche le azioni italiane sono cresciute leggermente, passando dal 21,73% al 22,05%. Hanno perso terreno, invece, le altre tipologie di underlying. Difatti, sono scese al 6,53% (dal 7,10%) gli indici internazionali, mentre le azioni europee si sono portate al 2,15% (dal precedente 3,26%). Marginale, infine, il peso rivestito dalle commodities, pari all’1,20%. Nel rapporto call/put, numeratore e denominatore si sono spartiti il medesimo peso, 50% per entrambi.


                                      (dati: UniCredit Group)

Ulteriori approndimenti sulle novità e le statistiche del SeDex
nella sezione Analisi realizzata in collaborazione con
:

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati, da Societe Generale un long e uno short sul Vix Future

Certificati: Spectrum Markets si allea con List

Certificati, da Societe Generale i primi prodotti sull’indice MIB ESG

NEWSLETTER
Iscriviti
X