Etf sulle commodities non adatti ai deboli di cuore

A
A
A
di Redazione 2 Febbraio 2010 | 12:00
L’Etfs All Commodities Dj-Ubsci ha garantito negli utlimi dodici mesi performance positive. Ma con numerosi alti e bassi. Non solo a marzo

Etfs All Commodities Dj-ubsci è un prodotto appartenente alla categoria di ETF e ETC di diritto estero, ed è un fondo specializzato sui derivati, legato all’andamento sul mercato delle materie prime.
Nel corso degli ultimi anni questo comparto è riuscito a mantenersi ragionevolmente a galla, se preso nel suo insieme.
Bisogna tuttavia considerare che se alcune risorse, come l’oro, hanno continuato a performare bene anche nel periodo post-crisi, in quanto il metallo prezioso è percepito dagli investitori come “rifugio” nei momenti di difficoltà, altre materie come il petrolio hanno subito invece i contraccolpi della recessione.
Il mercato del greggio, in particolare, è ben radicato nel circuito del dollaro americano, fattore che ha condizionato i profitti degli investitori. Gli esperti del settore raccomandano, infatti, di privilegiare i metalli, specialmente quelli preziosi, oro e argento, nell’ambito dei portafogli specializzati in materie prime.
Tra i metalli di base però, si sta imponendo il rame, che probabilmente offrirà rendimenti allettanti nel corso del 2010, grazie alla domanda dei mercati emergenti.
Il fondo Etfs All Commodities Dj-ubsci, in quanto a performance, complessivamente nel corso dell’anno ha corso in territorio positivo, ma non senza momenti di picchiata e sobbalzi di riflesso all’andamento del mercato.
Mille euro investiti nel prodotto ad inizio del 2009, ora valgono 1.119,1, dopo una risalita che ha preso piede in ottobre, con alle spalle diversi momenti di picco.
Come la maggior parte dei prodotti quotati, anche questo Etf ha toccato il suo minimo in marzo 2009, quando gli ipotetici 1000 euro si sarebbero assestati a quota 932 euro.
Dopo una breve ripresa tra aprile e giugno, che l’ha portata a quota 1.073, ecco che l’andamento sprofonda ancora al secondo picco in luglio, toccando i 941 euro.
Passata l’estate, tra agosto e ottobre la performance ha oscillato nel 2009 tra un massimo di 1.066,7 euro e un minimo di 967,5 euro.
L’articolo completo lo puoi trovare su Soldi,
in edicola in questi giorni

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X