Opzioni call battono le put 3 a 1. Dal mercato segnali di ottimismo

A
A
A
di Redazione 19 Aprile 2010 | 10:15
Il covered più scambiato è di UniCredit (scadenza 16-12-2011). Scende l’attenzione verso i tassi

di Vita Lo Russo

È bastato lasciarsi alle spalle le festività pasquali che la media degli scambi giornalieri sulla piazza del Sedex ritornasse ai livelli delle ultime settimane, attestandosi a 59,8 milioni di euro, guadagnando quel 25% di dinamicità persa la settimana scorsa.
In prima posizione sempre i Covered warrant che guadagnano 3 punti percentuali rispetto alla fine di marzo portandosi a quota 69,6%; mentre scendono di due punti percentuali gli Equity protection, i certificati a protezione del capitale. Aumento della domanda poi per quasi tutti gli altri prodotti non-warrant del Sedex, ad eccezione degli outperformance che si attestano al di sotto dello 0,8%. Il mercato si è orientato soprattutto verso i certificati di tipo benchmark, scelti nel 3,6% delle contrattazioni, che seguono di norma fedelmente le oscillazioni del sottostante e sono caratterizzati da un forte diversificazione. Scende di dieci punti percentuali invece il rapporto delle call sulle put, che si attestano rispettivamente a 73 e 27%. La preferenza di due terzi delle opzioni a comprare, le call appunto, tradizionalmente indica ottimismo di breve periodo e serenità verso il medio. Ad ogni modo, nel corso della settimana pasquale, il mercato ha fatto schizzare all’83% le sottoscrizioni di le call (a queste percentuali si può parlare di entusiasmo), che tra il 5 e il 9 aprile sono ritornate a valori nella norma. Anche se nella graduatoria dei Covered warrant della settimana, il più scambiato è stato quello targato Unicredit, in scadenza il 16 dicembre 2011, collegato a un’opzione a vendere. Nella ripartizione dei sottostanti collegati ai Cw, l’FTMIB l’indice italiano già i pole position tra tutti i sottostanti Sedex, fa un balzo avanti di 7 punti percentuali portandosi al 61,24%, mentre cala, sempre in veste di sottostante, l’interesse verso i tassi di interesse che scendono dallo 0,46% allo 0,1%.
L’articolo completo lo puoi trovare su Soldi,
in edicola in questi giorni

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati, Vontobel porta 7 nuovi Cash Collect sul Sedex

Bnl, metti in conto un nuovo albero

BNP Paribas migliora la gamma di certificate a leva fissa

NEWSLETTER
Iscriviti
X