Boost guadagna anche dal calo del gas naturale

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 19 Settembre 2014 | 18:18
Lo storno delle quotazioni dei prodotti energetici fa recuperare parte del terreno perduto agli Etf energetici a leva “corti”. Ma i prodotti restano adatti a un pubblico di nicchia

SEDUTA DA LEONE PER GLI ETF ENERGETICI “CORTI” –  Lo storno dei prezzi dei prodotti energetici fa nuovamente correre gli Etc/Etf a leva “corti”, ossia che guadagnano sul ribasso delle quotazioni della specifica materia prima o di un paniere di beni (in questo caso energetici). Meglio di tutti ieri ha fatto Boost Natural Gas 3x Short Daily, prodotto di Boost Management che grazie a una leva pari a tre ha segnato a fine giornata un rialzo del 7,5%, riducendo al 52% il calo delle quotazioni da inizio anno.

PRODOTTI AD ELEVATA VOLATILITA’ – Una variazione ancora più forte si nota sugli ultimi 12 mesi, periodo in cui il prodotto perde il 64,75%, a riprova che i prodotti a leva rappresentano una scommessa ad alto rischio adatta solo ad un numero esiguo di investitori e che vanno comunque “maneggiati con cura”, specie se il sottoscrittore non è particolarmente dotato di competenze per tentare di utilizzarli per fare trading o, al contrario, per coprire in parte alcune posizioni (in questo caso “lungo”, ossia che possano beneficiare di un rialzo delle quotazioni del sottostante) su cui si è già realizzato un cospicuo guadagno che si intende preservare da possibili improvvisi rovesci dei trend di mercato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Per l’argento il rialzo sembra agli sgoccioli, è ora di un Etf corto?

Il calo del rame fa volare Boost Copper 3x Short Daily

Boost vola con l’etp “corto” sul rame

NEWSLETTER
Iscriviti
X