Amundi, al via un etf che replica l’indice S&P 500 Buyback

A
A
A
di Diana Bin 27 Aprile 2015 | 09:29
L’indice S&P 500 BuyBack è progettato per valutare la performance delle prime 100 azioni nell’indice S&P 500 con il più elevato tasso di riacquisto nel corso dei precedenti 12 mesi.

NUOVO ETF – Amundi ha avviato l’iter per la quotazione su Borsa Italiana di AMUNDI ETF S&P 500 Buyback UCITS ETF, il primo exchange traded fund in Europa che replica l’indice S&P 500 BuyBack, già quotato su Euronext Parigi da febbraio 2015. L’indice – ha sovraperformato l’S&P 500 17 volte negli ultimi 20 anni – è progettato per valutare la performance delle prime 100 azioni nell’indice S&P 500 con il più elevato tasso di riacquisto (il buyback ratio, appunto) nel corso dei precedenti 12 mesi. Le componenti dell’indice sono equiponderate, consentendo così di ottenere un’esposizione integrale al tema del riacquisto di azioni proprie.

IL TEMA DI INVESTIMENTO
– Questo tema di investimento è supportato da una tendenza duratura nella politica di remunerazione degli azionisti sui mercati nord-americani, osservata sin dalla fine degli anni ’90, in cui il riacquisto di azioni proprie è divenuto la norma e ha raggiunto montanti superiori a quelli dei dividendi versati. Programmi di riacquisto di azioni proprie possono essere innescati da solidi bilanci societari o da azioni la cui quotazione risulti sottovalutata: o una società con significative disponibilità liquide può decidere di farne beneficiare i propri azionisti o, se il proprio titolo risulta sottovalutato, può scegliere di avvantaggiarsi della bassa quotazione per riacquistare i propri titoli.

IL COMMENTO – “Il nuovo Amundi ETF S&P 500 Buyback UCITS ETF si aggiunge alla gamma azionaria US di Amundi e consente di rispondere alla crescente domanda di strumenti Smart Beta da parte degli investitori”, ha commentato Valerie Baudson, global head of Etf and Indexing in Amundi.

Le principali caratteristiche del prodotto:

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti