Deutsche AM, Xtrackers espande l’offerta di etf in Italia

A
A
A
Maria Paulucci di Maria Paulucci 3 Ottobre 2017 | 08:02
Deutsche AM quota su Borsa Italiana 2 etf Xtrackers caratterizzati da Ter tra i più economici del mercato nell’ambito della loro categoria.

Dal 29 settembre Deutsche Asset Management, divisione del gruppo Deutsche Bank dedicata ai prodotti di risparmio gestito, quota su Borsa Italiana 2 etf Xtrackers caratterizzati da Ter tra i più economici del mercato nell’ambito della loro categoria. Lo si apprende da una nota. Fanno entrambi parte della gamma Core, ossia della famiglia di etf Xtrackers a replica fisica che danno esposizione ai principali indici azionari e obbligazionari a costi contenuti e che, pertanto, possono essere utilizzati per la costruzione della parte centrale, per l’appunto detta “Core”, dei portafogli orientati al medio lungo temine.

Si tratta del db x-trackers MSCI Emerging Markets Index UCITS ETF (DR), che con un Ter annuale dello 0,20% offre esposizione a uno dei principali indici azionari di Paesi emergenti, e del db x-trackers II iBoxx $ Treasuries UCITS ETF (DR) caratterizzato da un Ter annuale di 15 punti base (0,15% per anno) e dal fatto di dare accesso a un benchmark contenente titoli governativi americani appartenenti a tutte le classi di scadenza. Mauro Giangrande (nella foto), head of passive distribution per il Sud Europa di Deutsche AM, ha dichiarato: “In un contesto caratterizzato da una sempre maggiore attenzione al costo e all’efficienza delle diverse soluzioni d’investimento proposte, siamo orgogliosi di introdurre sul mercato italiano due etf Core che offrono accesso a delle asset class molto presenti nei portafogli sia istituzionali che retail. Coniugare la modalità di replica diretta (o fisica) con Ter particolarmente convenienti è diventata una delle principali mission della nostra piattaforma di etf”.

Completa l’offerta un etf Strategic Beta, il db x-trackers iBoxx USD Emerging Sovereigns Quality Weighted UCITS ETF (DR) Euro-Hedged e un etf su titoli di Stato global indicizzati all’inflazione, il db x-trackers II Global Inflation-Linked UCITS ETF (DR) Euro-Hedged. Il primo offre esposizione a un indice di obbligazioni sovrane denominate in dollari ed emesse da mercati emergenti. Il secondo replica un indice globale di obbligazioni indicizzate all’inflazione. In entrambi i casi si tratta di share class di comparti già quotati a Milano. La novità risiede nel primo caso nella copertura del rischio cambio euro/dollaro Usa e nel secondo nella circostanza di prevedere, a differenza del gemello già quotato, la distribuzione periodica dei dividendi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Etf, debutta in Borsa Italiana per un prodotto di KraneShares

Borsa Italiana, la Consob vieta le vendite allo scoperto per tre mesi

Borsa, Piazza Affari all’americana

NEWSLETTER
Iscriviti
X