J.P. Morgan AM, cinquina di Etf a Piazza Affari

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 22 Febbraio 2018 | 14:42
La società di gestione ha quotato su Borsa Italiana tre strategie obbligazionarie e due liquid alternative

Tre exchange traded fund (etf) obbligazionari e due liquid alternative. Sono quelli quotati oggi a Piazza Affari da J.P. Morgan Asset Management. Ecco i nomi del prodotti.

• JPMorgan ETFs (Ireland) ICAV – USD Ultra Short Income UCITS ETF (TICKER: JPST)
• JPMorgan ETFs (Ireland) ICAV – USD Emerging Markets Sovereign Bond UCITS ETF (TICKER: JPMB)
• JPMorgan ETFs (Ireland) ICAV – BetaBuilders Eur Govt Bond 1-3yr UCITS ETF (TICKER: JE13)
• JPMorgan ETFs (Ireland) ICAV – Managed Futures UCITS ETF (TICKER: JPMF)
• JPMorgan ETFs (Ireland) ICAV – Equity Long-Short UCITS ETF (TICKER: JELS)

“Nell’ambito dell’evoluzione della nostra attività nel segmento degli Etf, continuiamo a far leva sulle migliori competenze di J.P. Morgan, mettendo a disposizione la nostra capacità in materia di investimenti anche tramite gli Etf”, ha dichiarato Bryon Lake, International Head of ETF di J.P. Morgan Asset Management. “Gli investitori ci chiedono con sempre maggiore frequenza la possibilità di avere accesso a soluzioni obbligazionarie attive e/o “smart”, così come a strategie meno correlate al mercato, in modo da affrontare contesti sempre più volatili. Vediamo con sempre maggior frequenza che gli investitori europei adottano la liquidità, la trasparenza e l’efficienza in termini di costi offerta dagli ETF con l’obiettivo di creare portafogli migliori e più solidi”.
“Il lancio di questi primi ETF su Borsa Italiana è un passo importante nella strategia di J.P. Morgan Asset Management, anche sul mercato italiano”, ha affermato invece  Lorenzo Alfieri, country head per l’Italia di J.P. Morgan Asset Management. “La crescita dell’industria nel 2017 ha visto un incremento proporzionale delle masse gestite attivamente da una parte e di quelle gestite passivamente dall’altra, ma non vediamo un sorpasso della gestione passiva rispetto a quella attiva, che a nostro avviso continuerà a ricoprire un ruolo di rilevo. Piuttosto crediamo di essere a un punto in cui le due modalità di gestione debbano coesistere. Ed è proprio in questo contesto, e a seguito dell’entrata in vigore di Mifid II, che un player globale come J.P. Morgan Asset Management deve essere in grado di offrire una consulenza sempre più allargata”

Nella foto Lake e Alfieri assieme a Olivier Paquier, continental Europe Head of ETFs, J.P. Morgan Asset Management, durante l’avvio delle contrattazioni dei 5 età quotati.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, il 17 giugno la decisione della Sec su Bitcoin ed Ethereum

Spread ancora in salita. Gli Etf per approfittarne a Piazza Affari

Etf, da Amundi otto nuovi Etf “responsabili”

NEWSLETTER
Iscriviti
X