SPDR ETFs (State Street) si rafforza con Gallagher

A
A
A
di Chiara Merico 28 Marzo 2018 | 11:21
Gallagher avrà l’incarico di offrire al mercato degli intermediari le competenze di State Street Global Advisors negli investimenti multi-asset per gli investitori istituzionali, in particolare attraverso i portafogli modello in Etf.

LA NOMINA – State Street Global Advisors annuncia la nomina, con effetto immediato, di Kathleen Gallagher in qualità di responsabile dei portafogli modello in Etf per le aree Emea e Asia-Pacifico.  Gallagher, che risponderà direttamente a Rory Tobin, responsabile globale di SPDR ETFs con sede a Londra, avrà l’incarico di offrire al mercato degli intermediari le competenze di State Street Global Advisors negli investimenti multi-asset per gli investitori istituzionali, in particolare attraverso i portafogli modello in Etf. Prima di approdare a State Street Global Advisors, Gallagher ha svolto per cinque anni l’incarico di consulente presso varie società del settore finanziario con focus sugli investimenti multi asset, tra cui BlackRock/Barclays Global Investors, società nella quale ha lavorato per quattro anni, prima come Asset Allocation Strategist e successivamente come responsabile Investment Strategy del solutions team di iShares. In entrambi i ruoli, Gallagher aveva l’incarico di individuare e sviluppare soluzioni multi asset, tra cui portafogli modello in Etf.

NUOVE SFIDE –  “Il modello di consulenza degli intermediari in Europa sta cambiando, facendo emergere nuove sfide”, ha affermato Tobin. “L’intensificarsi della regolamentazione e il cambiamento delle policy sulle fee hanno costretto gli intermediari ad affrontare condizioni più stringenti per la sostenibilità del business. L’esperienza di Kathleen nel lavorare a fianco dei clienti per creare portafogli ad hoc per specifici profili di investimento ci permetterà di unire le migliori competenze di SPDR ETFs e di State Street Global Advisors nell’ambito delle asset allocation istituzionali. Siamo lieti di darle il benvenuto nella nostra società”.  I portafogli modello possono aiutare gli intermediari che intendono concentrarsi sull’asset allocation e coloro che sono alla ricerca di un’offerta di consulenza finanziaria scalabile, per poter puntare su diverse specializzazioni, come ad esempio la pianificazione patrimoniale e la consulenza fiscale. Allo stesso tempo, l’esternalizzazione della costruzione del portafoglio presso parti terze permette di creare un business più scalabile, indipendente dalla creazione di un portafoglio ad hoc per ogni cliente.  “L’ampiezza della gamma di strumenti disponibili rende difficile per gli intermediari orientarsi nella proliferazione di prodotti di investimento”, ha dichiarato Gallegher. “I portafogli modello possono contribuire a creare strategie di investimento per gli investitori finali, permettendo loro di declinare la propria strategia in base alla specifica propensione al rischio, all’orizzonte temporale e ai ritorni desiderati. Qualunque sia il risultato desiderato, grazie a una consolidata esperienza di collaborazione con gli intermediari statunitensi e del Regno Unito che gestiscono transizioni analoghe, State Street Global Advisors è ben posizionata per supportare gli investitori nell’affrontare le sfide future”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Esplorare nuove opportunità sui mercati azionari

Webinar, nuovo appuntamento con SPDR ETFs

Crisi da coronavirus: quali prospettive per la tecnologia

NEWSLETTER
Iscriviti
X