Ubs Am lancia un Etf sull’obbligazionario emergente

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico29 marzo 2018 | 11:33

IL PRODOTTO – UBS Asset Management ha quotato su Piazza Affari l’UBS ETF J.P. Morgan USD EM Diversified Bond 1-5 UCITS ETF Euro Hedged, proseguendo in questo modo l’ampliamento della propria gamma di strumenti passivi a copertura valutaria, ambito nel quale vanta una forte leadership a livello europeo: UBS è infatti il primo operatore con una quota di mercato di oltre il 29% e AuM pari a 21,6 miliardi di dollari. Lo strumento, la cui versione senza copertura dal rischio di cambio è già presente su Borsa Italiana, consente di prendere esposizione in modo diversificato su tutto l’universo obbligazionario dei Paesi Emergenti (titoli di Stato, emissioni corporate e sovranazionali), concentrandosi sulle emissioni a breve scadenza, da 1 a 5 anni. Peculiare è la copertura garantita da tutte le oscillazioni dei tassi di cambio esistenti tra l’Euro e il Dollaro statunitense, valuta di espressione dei bond (con taglio superiore ai USD 500 milioni) ricompresi nell’indice J.P. Morgan USD EM Diversified 3% capped 1-5 Year Bond Index, che l’Etf replica. Un importante contributo alla diversificazione è dato dal peso di ogni singolo Paese in portafoglio, che non può eccedere una quota del 3% complessivo. Attualmente lo strumento presenta uno yield to maturity del 5,11% e una duration di 2,72 anni.

AMPIA GAMMA – Grazie all’UBS ETF J.P. Morgan USD EM Diversified Bond 1-5 UCITS ETF Euro Hedged, la gamma di Etf hedged di UBS quotati su Borsa Italiana sale a 23 strumenti, confermandosi la più ampia disponibile a Piazza Affari, oltre ad essere l’unica ad abbracciare tutte le asset class. Nel dettaglio:

  • 14 Etf azionari che prendono posizione sul mercato azionario USA (con cinque prodotti, tre factor, due Etf  sull’indice MSCI USA, con e senza filtro SRI), sull’indice MSCI All Country World (con e senza filtro Sri), sull’universo obbligazionario emergente a breve scadenza e sui singoli listini di UK, Giappone (con e senza filtro SRI), Svizzera, Canada e, dall’11 luglio, Europa;
  • sette Etf obbligazionari, sul fixed income USA (su Treasuries, su TIPS, su Corporate con e senza filtro Sri) e dei Paesi Emergenti;
  • uno strumento sulle commodity (UBS ETF CMCI Composite EUR Hedged);
  • un Etf multi-asset attivo.

“Questa quotazione dimostra il nostro impegno per continuare a operare avendo come bussola il soddisfacimento dei bisogni degli investitori, che con crescente attenzione guardano agli strumenti currency hedged”, ha commentato Francesco Branda, head of Passive & Etf Specialist Sales Italy di UBS AM, che conclude: “Riteniamo che anche l’ampia diversificazione e la bassa duration garantita dall’ETF siano due dei fattori che rendono lo strumento adatto a chi ha una view positiva sul debito emergente, ma allo stesso tempo vuole avere una bassa esposizione al rischio rialzo tassi ed è alla ricerca di rendimenti interessanti”.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

UBS Am, versione euro-hedged per l’Etf multifactor su large, mid e small cap Usa

Ubs Am quota due nuovi Etf

Ubs Am quota un nuovo Etf sul reddito fisso emergente

Ti può anche interessare

Banca Imi quota altri 8 Cash Collect

I nuovi Cash Collect Certificate di Banca Imi sono certificati d’investimento a capitale condizio ...

Bnp fa il pieno sul Sedex

Ben 70 nuovi prodotti presentati dalla società ...

Gli Etf sono un’arma di distruzione di massa?

Secondo uno studio riportato da zerohedge.com c'è il rischio di un'ondata di vendite sui prodotti d ...