Attivo vs. passivo? Il futuro è di entrambi

A
A
A

La gestione attiva trae beneficio dalla maggiore disponiblità e utilizzo degli strumenti a gestione passiva. Lo rivelano due ricerche curate dalla Lyxor Dauphine Research Academy.

Chiara Merico di Chiara Merico12 dicembre 2018 | 09:26

Gestione attiva e passiva sono in contrasto? Non è detto: anzi la gestione attiva trae beneficio dalla maggiore disponiblità e utilizzo degli strumenti a gestione passiva. Lo rivelano due ricerche curate dalla Lyxor Dauphine Research Academy, un’iniziativa congiunta, istituita nel 2015, di Lyxor Asset Management e della House of Finance dell’UniversitàParis-Dauphine, il cui obiettivo è commissionare a ricercatori universitari di tutto il mondo la produzione di paper accademici su argomenti selezionati in materia di investimenti.

 Nel 2018 Lyxor Dauphine Research Academy si è concentrata sulla relazione tra gestione passiva e gestione attiva, con particolare riferimento a quale ruolo il crescente universo degli investimenti passivi ha lasciato ai gestori attivi. Su questo tema sono state commissionate due distinte ricerche accademiche, dalle quali emergono una serie di risultati. In particolare:

  • La ricerca “Smart Beta, Smarter Flows” dei ricercatori Cao, Hsu, Xiao e Zhan, febbraio 2018, dimostra che l’introduzione dei fondi passivi ha favorito gli investitori alimentando la competizione nell’industria del risparmio gestito. Tra i fondi passivi, in particolare, la crescente disponibilità di fondi Smart Beta sta inducendo sempre più i gestori attivi a dover dimostrare di essere in grado di generare vero alfa per continuare a raccogliere flussi di capitali.
  • La ricerca “Institutional Investors and Information Acquistion: Implications for Asset Prices and Informational Efficiency“, dei ricercatori Breugem e Buss, aprile 2018, evidenzia come, ad un certo punto, il crescente impiego di fondi passivi potrebbe generare ulteriori opportunità per i gestori attivi, aiutandoli a migliorare le loro performance e, di conseguenza, ad alimentare gli afflussi di capitali verso i fondi a gestione attiva.
  • Nel complesso, le ricerche accademiche commissionate dalla Lyxor Dauphine Research Academy nel 2018 indicano che nell’industria del risparmio gestito si raggiungerà un punto di equilibrio tra la quota detenuta dagli investimenti passivi e quella detenuta dagli investimenti attivi.

 

Commentando i risultati della ricerca, Marlène Hassine Konqui, head of Etf Research di Lyxor Asset Management, afferma: “Non vi è dubbio che la gestione passiva abbia registrato una crescita impressionante nell’ultimo decennio. Tuttavia, i fondi passivi rappresentano ancora un’esigua parte nell’industria del risparmio gestito. Il loro impiego rende però gli investitori più sensibili a complessi parametri di misurazione delle abilità dei gestori attivi. Quindi, per quanto gli Etf contribuiscano ad alimentare la concorrenza nell’industria del risparmio gestito, non sostituiranno i gestori attivi che registrano le migliori performance. I due stili di gestione manterranno pertanto una quota di mercato distinta, in quanto entrambi hanno un ruolo distinto da svolgere nella costruzione del portafoglio d’investimenti”. Benjamin Bruder, head of Quantitative Research di Lyxor Asset Management, aggiunge: “Da tempo riteniamo che una combinazione di gestione attiva e passiva contribuisca a generare una performance ottimale, e i risultati della ricerca promossa dalla Lyxor Dauphine Research Academy confermano ulteriormente questa convinzione. A tal riguardo, l’idea di una contrapposizione tra gestione attiva a passiva è inappropriata, in quanto l’esposizione ad entrambe può apportare valore aggiunto al portafoglio d’investimenti”.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Gli Etf di Lyxor entrano nelle polizze multiramo di CNP Partners

Lyxor, etf a misura di cyborg

Lyxor quota quattro Etf Esg

Risparmio gestito, caccia grossa al mercato tedesco

Lyxor quota un Etf sull’S&P 500 Banks

La gestione perfetta? E’ attiva e passiva

Da Lyxor arriva un Etf con approccio multifattoriale

Lyxor lancia il primo Etf Pir obbligazionario puro

Lyxor: correzione o mercato ribassista?

Lyxor: Etf Smart Beta, mercato europeo in ripresa

Lyxor quota due nuovi Etf in Borsa Italiana

Lyxor riduce il costo dei suoi due Etf Pir grazie alle economie di scala

Lyxor amplia la gamma di Etf quotati

Fondi attivi europei, chi ha battuto il benchmark nel 2016

Cala ancora il Lyxor Hedge Fund Index

FinecoBank apre le porta ai fondi di Lyxor

Arriva in Borsa il secondo Etf Pir di Lyxor

Lyxor, trimestre favorevole per gli Etf

Lyxor quota 3 etf sui Treasury americani

Lyxor lancia il primo Etf Pir compliant

Nuovi investimenti – Lyxor e Wells Fargo Am lanciano un fondo sul debito high yield

Lyxor supera i 10 miliardi di patrimonio in Italia

Lyxor: Etf, flussi al massimo a gennaio

Nuovo comparto per Lyxor e Sandler

Lyxor lancia due Etf sull’inflazione Usa

Etf in Europa, frena la raccolta degli smart beta

Classifiche Bluerating: Ubs in testa tra i fondi a azionari Australia

Lyxor: referendum italiano, attendere e posizionarsi controcorrente

Tikehau Capital, accordo con Lyxor per i fondi di debito senior europei

Lyxor: Etf Smart beta, forti afflussi nel terzo trimestre

Lyxor: Etf, frenano i flussi in Europa a settembre

Lyxor lancia un fondo in partnership con Kingdon

Lyxor, ad agosto frenano gli afflussi verso gli Etf

Ti può anche interessare

Vontobel quota i primi Leva Fissa Certificate su azioni americane

Disponibili 60 nuovi prodotti su azioni americane, europee e italiane. Si tratta dei primi certifica ...

Sei nuovi Etf sostenibili per DWS

Nel dettaglio, debuttano sul mercato gli Etf Xtrackers II ESG EUR Corporate Bond, Xtrackers ESG MSCI ...

Vontobel: Alphabet non convince, la trimestrale perde slancio

Il NYSE FANG Index ha perso nel mese oltre l'8% in scia ai forti ribassi che hanno colpito i tecnolo ...