Certifica, Bnp Paribas: mini future per tutti i gusti

A
A
A

Nuovi strumenti disponibili sul Sedex

Avatar di Redazione11 febbraio 2019 | 15:00

Bnp Paribas ha annunciato l’emissione di una nuova serie di Mini Future Certificate su azioni di primarie società quotate italiane e internazionali, indici, valute e materie prime.

Negoziabili sul mercato SeDeX di Borsa Italiana, i Mini Future Certificate si caratterizzano per la possibilità di investire a leva sia al rialzo (Mini Future Long) che al ribasso (Mini Future Short), con un minor impiego di capitale e un impatto marginale della volatilità sul prezzo. Questa ultima emissione offre un portfolio rinnovato che ora integra nuove società quotate di primo piano, ad esempio novità assolute come Juventus, o sottostanti di aziende large cap che non erano state inserite nelle ultime emissioni, come Fineco, Prysmian, Deutsche Bank e Snam.

Tra i principali vantaggi offerti dai Mini Future Certificate, la possibilità di amplificare i movimenti del sottostante grazie all’utilizzo della leva finanziaria e, a differenza dei certificate “a leva fissa”, l’assenza dell’effetto compounding. Infatti, la leva dei Mini Future varia in funzione delle variazioni del sottostante, mentre rimane costante per i leva fissa. Pertanto, grazie alla leva variabile, i Mini Future permettono di implementare strategie di più ampio respiro, senza dover ribilanciare la posizione ogni giorno per correggere il compounding effect.

Il prezzo del Mini Future Long riflette la differenza tra la quotazione del sottostante e il livello dello strike, ovvero il valore del sottostante stabilito all’inizio della vita del prodotto che determina l’effetto leva, diviso per parità ed eventuale tasso di cambio. In maniera speculare, per calcolare il prezzo dei Mini Future Short si considera la differenza tra lo strike e la quotazione del sottostante, diviso per parità ed eventuale tasso di cambio. La perdita massima di un investimento in Mini Future non potrà comunque mai essere superiore al capitale investito. Questo grazie alla presenza del livello Knock-Out, valore che, una volta raggiunto, causa l’estinzione del Mini Future stesso.

Inoltre, per calcolare il livello di copertura necessario a seconda del sottostante (azioni, indici, materie prime), BNP Paribas mette a disposizione dei propri clienti un apposito tool, disponibile all’indirizzo https://investimenti.bnpparibas.it/certificates-leva/mini-future-certificate/calcolacopertura. Grazie a questo strumento è possibile calcolare quanti Mini Future sono necessari al fine di coprire il portafoglio, semplicemente indicando il valore del portafoglio nel caso di valute, indici e materie prime o il numero di azioni detenute in caso di sottostante azionario, e scegliendo il livello di leva desiderato. Il costo stimato della copertura dipende dal costo di finanziamento del Mini Future selezionato per effettuare la copertura e dal numero di giorni per i quali si desidera mantenere la posizione.

Infine, il trattamento fiscale dei certificate, considerati redditi diversi di natura finanziaria (con aliquota pari al 26%), a differenza di altre classi di investimento quali fondi ed ETF, permette di utilizzare le eventuali plusvalenze per compensare perdite pregresse.

Maggiori informazioni sulla nuova gamma Mini Future Certificate sono disponibili su https://investimenti.bnpparibas.it/certificates-leva/mini-future-certificate. Inoltre, tutti i prodotti offrono servizi aggiuntivi, tra cui quotazioni e grafici in tempo reale sul sito dedicato investimenti.bnpparibas.it e attraverso la APP “Quotazioni di Borsa”, oltre alla possibilità di attivare degli alert automatici in caso di avvicinamento alla barriera o al valore di rimborso.

La liquidità dei Mini Future Certificate, negoziabili sul Mercato telematico SeDeX di Borsa Italiana, è garantita dalla presenza di BNP Paribas in qualità di Market Maker: in ogni momento è possibile comprare e rivendere il Certificate, senza attendere la data di scadenza, da qualsiasi banca o intermediario finanziario.

Infine gli utenti registrati al servizio di Watchlist virtuale possono accedere all’intera offerta di BNP Paribas attraverso l’innovativo servizio Smart Trade (https://investimenti.bnpparibas.it/smart-trade), che consente di negoziare in maniera più intuitiva e veloce tutti i Certificate di BNP senza mai abbandonare il sito.

Qui di seguito la lista con una selezione dei nuovi prodotti emessi sul mercato SeDeX di Borsa Italiana.

UNA SELEZIONE DEI NUOVI CERTIFICATE MINI FUTURE LONG E MINI FUTURE SHORT

SOTTOSTANTE ISIN TIPO STRIKE1 KNOCK-OUT1 LEVA1 PREZZO1
FTSE MIB NL0013307135 Mini Long 17.863,08 18.041,72 9,73x 0,2040 €
FTSE MIB NL0013032782 Mini Short 21.989,98 21.770,08 9,56x 0,2120 €
DAX NL0013032600 Mini Short 12.584,39 12.458,54 8,88x 12,760 €
S&P 500 NL0013307317 Mini Long 2.420,55 2.493,17 8,81x 2,7150 €
Intesa Sanpaolo NL0013033830 Mini Short 2,2943 € 2,2254 € 7,42x 0,2760 €
EssilorLuxottica NL0013308240 Mini Short 130,96 € 127,03 € 5,53x 20,140 €
Fiat Chrysler Automobiles NL0013308323 Mini Long 12,452 € 12,826 € 5,58x 2,7300 €
Brent Aprile 2019 NL0013139736 Mini Short 72,745 $ 70,563 $ 5,51x 9,9600 €
Brent Aprile 2019 NL0013309776 Mini Long 50,504 $ 52,020 $ 5,56x 9,5800 €
Argento NL0013310139 Mini Long 13,732 $ 14,144 $ 7,91x 1,7600 €

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Diamanti in banca, ecco il background giuridico

Fineco regina degli scambi

Bancari, il contratto deve affrontare i cambiamenti

Rendiconti Mifid 2: Banca Generali, il valore della sintesi

Widiba, la cultura finanziaria va al mare

Ubi Banca, sprint nei pagamenti

Assopopolari, nel segno della cooperazione bancaria

Deutsche Bank, la borsa premia la cura-choc

Intesa, private banking sulle Dolomiti

Mediolanum, la raccolta trabocca di gestito

Banche, lo spread regala un miliardo

Assoreti: a maggio tanta liquidità e poco gestito

Banche e reti, i consulenti hanno una marcia in più

Conti correnti: gli Italiani sono più parsimoniosi

Ubi Banca va di nuovo a canestro

Reti, Banca Consulia tratta con Unica Sim

Banca Generali e la festa dei bambini a Citylife

CheBanca!, reclutamento senza sosta

Reti, ora la fee è (quasi) una certezza

Banche, l’Italia è un modello virtuoso

BlackRock-Carige, niente nuovi esuberi

Fineco si gode private banking e indipendenza

Banche, la politica ammazza l’utile

Dossier reclutamento – Widiba

Dossier reclutamento – IWBank PI

Quando la consulenza è una questione morale

Dossier reclutamento: Allianz Bank FA

Mediolanum, consulenza caput mundi

Un tesoro chiamato IWBank

Oggi su BLUERATING NEWS: colpaccio Mediobanca, Fineco ottimista

Foti ai consulenti Fineco: non temete, nel 2019 guadagnerete di più

Banche Ue, le nuove norme affossano le pmi

Truffa diamanti, arriva il presidio davanti a Banco Bpm

Ti può anche interessare

Da Ossiam il primo Esg Etf smart beta in Europa che utilizza il machine learning

L’Ossiam World ESG Machine Learning UCITS ETF si pone l’obiettivo di raggiungere i rendimenti ne ...

Certificati, Société Générale a tutto Ftse mib

L'istituto ha arricchito la gamma di certificati Corridor disponibili su Borsa Italiana quotando 51 ...

UBS AM quota in Italia il primo ETF ESG sull’indice S&P 500

UBS Asset Management (UBS AM) è il primo e unico player a portare in esclusiva sul mercato europeo ...