Lyxor, poche buone novelle per gli ETF europei

A
A
A
Avatar di Hillary Di Lernia 14 Maggio 2019 | 11:20

Non buone novelle per gli ETF europei, che ad aprile hanno registrato afflussi netti per 3,7 miliardi di Euro, dato inferiore ai 5,2 miliardi di Euro di marzo.

I deflussi dai mercati azionari sono proseguiti a causa dei massicci disinvestimenti dalle azioni dei mercati sviluppati (-3,4 miliardi di Euro). Al contrario, le azioni dei mercati emergenti hanno registrato una netta ripresa (+1,3 miliardi di Euro da +0,4 miliardi di Euro).

Gli ETF obbligazionari hanno invece registrato +4,1 miliardi di Euro per il quinto mese consecutivo, grazie alle obbligazioni societarie dei mercati sviluppati e da quelle high yield. E sono i titoli di Stato dei Paesi emergenti ad attrarre più investimenti da inizio anno. Per quanto riguarda le materie prime, gli ETF sono rimasti sostanzialmente invariati, anche se si registra un deciso miglioramento rispetto ai mesi precedenti.

Gli afflussi verso gli ETF Smart Beta hanno ripreso la loro tendenza positiva, con una raccolta di 1,3 miliardi di Euro, ancora una volta grazie soprattutto al fattore quality. I flussi verso gli ETF ESG sono stati molto simili a quelli registrati a marzo (477 milioni di Euro rispetto a 406 milioni), e tutte le categorie ESG hanno registrato flussi positivi.

Questa è la fotografia scattata da Lyxor, dopo aver analizzato i flussi europei degli ETF.

Da marzo 2018 sono stati registrati deflussi dalle azioni dell’eurozona per 17 miliardi di Euro e l’indice PMI manifatturiero dell’area euro ha perso 7 punti (passando da 55,2 a 47,9). La ricerca dimostra che storicamente esiste una stretta correlazione tra gli investimenti negli ETF azionari dell’eurozona e il PMI manifatturiero della regione. Di conseguenza, in caso di un ulteriore rimbalzo dell’indice PMI, si potrebbe assistere ad un’inversione di tendenza dei flussi verso le azioni dell’area euro.

Tuttavia, ad aprile gli indici PMI hanno beneficiato di una lieve ripresa per la prima volta da giugno 2018. Se tale dinamica dovesse proseguire, il sentiment degli investitori, tuttora ostinatamente a sfavore dell’Europa, potrebbe cambiare.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Etf, un nuovo prodotto obbligazionario per SSGA

Risparmio gestito, reddito fisso e Esg tra i fattori in ascesa

Lyxor, parte lo sconto sull’Etf

Etf, Invesco punta sui sintetici

Rize Etf, due nuovi etf su alimentazione sostenibile e digital education

Etf dorati, pioggia di afflussi nel primo semestre

Credit Suisse AM, come cresce la gamma degli indicizzati

Etf, fuga di massa verso il reddito fisso

Etf, nuova proposta di Ubs sul Sol Levante

Pimco e Invesco, fine della partnership sulla distribuzione europea per gli etf

Etf, la nuova classe di SSGA

Etf, il Coronavirus travolge i flussi

Etf, ecco quelli che hanno reso il 633%

Coronavirus, Etf possono essere validi alleati

Etf, quattro spunti dall’ultima settimana

BlackRock, gli etf sono sempre più Esg

WisdomTree lancia un ETF per la crescita delle batterie elettriche

Mercati in crisi, gli etf resistono

Un nuovo Etf sulla cybersecurity

Lyxor, quota in Borsa nuova gamma di Etf obbligazionari

Etf, il 2020 inizia in positivo

ETF, Amundi raddoppia la raccolta nel 2019

LGIM amplia la gamma di ETF con la quotazione in Borsa

Etf, il fondo sulla cannabis legale arriva anche a Londra

Lyxor quota la versione euro hedged dell’ETF sull’indice MSCI World

Etf, i piccoli stanno soffocando

ETF di iShares, nuovo record nel 2019

Etf, quando la cannabis fa rima con investimento

Investire in Etf, tra rischi e opportunità

Etf, novembre in grande spolvero

Amundi, poker di nuovi Etf su Borsa Italiana

Etf: GSAM, debutto con tripletta in Italia

ETF, ad ottobre la raccolta sorride ancora

NEWSLETTER
Iscriviti
X