Banca Consulia lancia la gestione dal sapore di Hedge Fund

A
A
A
di Redazione 29 Gennaio 2020 | 15:48
In collaborazione con la fintech MDOTM, GP Dynamic Alternative replica il profilo di rischio-rendimento degli Hedge Fund con ETF

Banca Consulia lancia Dynamic Alternative, una nuova gestione patrimoniale in collaborazione con MDOTM, fintech specializzata nello sviluppo di strategie di investimento che usano l’Intelligenza Artificiale. La nuova linea studia le performance di un vasto panel di Hedge Fund e sfrutta una metodologia proprietaria per replicarle attraverso l’utilizzo di strumenti liquidi. In particolare, attraverso il profilo rischio-rendimento degli Hedge Fund sarà possibile diversificare i portafogli in fase di forte incertezza dei mercati. Con la GP Dynamic Alternative, Banca Consulia apre a tutti i clienti una asset class alternativa, storicamente prerogativa solo di investitori istituzionali, rendendola liquida grazie al processo di replica che sfrutta gli ETF.

“Abbiamo lanciato insieme ad MDOTM un prodotto innovativo davvero unico nel panorama italiano” – ha dichiarato Antonio Marangi, amministratore delegato di Banca Consulia. “La linea Dynamic Alternative” – ha aggiunto – “rende accessibile a tutti i nostri clienti il mondo degli Hedge Fund, da sempre caratterizzato da alti costi e forti barriere all’ingresso. Con questa GP possiamo differenziare gli investimenti senza sobbarcarci i rischi tipici degli Hedge Fund. La collaborazione con MDOTM è iniziata oltre un anno fa con la linea Total Return Alternative Plus e la nuova gestione patrimoniale prosegue il percorso intrapreso da Banca Consulia per offrire ai clienti soluzioni all’avanguardia, in grado di rispondere alla crescente complessità dei mercati”.

“Sono molto soddisfatto del lavoro svolto con Banca Consulia” – ha affermato Tommaso Migliore, ceo e co-founder di MDOTM. “Finalmente è possibile investire con una strategia di Hedge Fund Replication efficace. Negli ultimi anni abbiamo assistito ad importanti mutamenti, da un lato gli Hedge Fund sono diventati più trasparenti in termini di qualità e quantità di dati a disposizione per gli investitori, dall’altro la crescita esponenziale del mercato degli ETF ha permesso di investire in risk premia molto specifici e questo consente di esporsi, molto meglio che in passato, agli stessi driver di performance degli Hedge Fund. Parallelamente è migliorata la tecnologia: grazie all’intelligenza artificiale si analizzano molti più dati e si gestisce meglio la complessità”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bim-Banca Consulia, salta il deal

Bim-Consulia, la rivincita di D’Aguì

Banca Consulia e Anthilia, nuova partnership per il gestito

NEWSLETTER
Iscriviti
X