Etf, Lyxor punta al raddoppio della gamma ESG e climatici

A
A
A
di Redazione 8 Marzo 2021 | 10:29

Lyxor ETF, il terzo più grande provider di ETF in Europa, ha annunciato che intende accelerare nel corso del 2021 l’espansione della sua gamma di ETF su tre pilastri principali: ESG e clima, tematici e Core a costi contenuti per rispondere ai bisogni di lungo termine degli investitori del segmento wealth management in piena espansione, continuando a sostenere la sua base di clienti istituzionali. Lyxor ETF farà della crescita degli asset in questi tre pilastri chiave una priorità strategica per il 2021. A tal fine, Lyxor ETF nel 2021 prevede di raddoppiare gli asset ESG e diventare il provider di ETF di riferimento sugli indici climatici.

Lyxor, nel dettaglio, mira a raddoppiare il patrimonio in gestione degli ETF ESG rispetto al 2020, raggiungendo i 10 miliardi di euro entro la fine del 2021, dopo una crescita equivalente registrata l’anno scorso e in un contesto caratterizzato da afflussi record registrati dagli ETF ESG, che l’anno scorso hanno rappresentato più della metà dei flussi del mercato europeo. Per raggiungere questo obiettivo, Lyxor ETF convertirà diversi dei suoi ETF esistenti su indici ESG equivalenti, per proporre agli investitori un’alternativa ESG semplice rispetto agli indici tradizionali basati sulla capitalizzazione di mercato. Lyxor continua inoltre ad attuare un ambizioso programma di label per i suoi fondi, e intende ottenere entro il 2021 il “Label SRI” per tutta la sua gamma di ETF ESG, composta da una trentina di fondi. A fine febbraio, il patrimonio degli ETF ESG gestiti da Lyxor ammontava a 6,5 miliardi di euro.

Fedele al suo ruolo di pioniere nella gestione passiva, l’anno scorso Lyxor è stato il primo provider di ETF al mondo a quotare un ecosistema completo di ETF in linea con l’Accordo di Parigi e la neutralità netta di carbonio entro il 2050. L’interesse per gli indici climatici, che caratterizza già varie asset class (soprattutto le azioni europee e americane) e gli indici globali attraverso flussi provenienti da varie tipologie di investitori istituzionali (assicurazioni, fondi pensione, gestori), è destinato a crescere, sulla scia delle normative europee sempre più stringenti. Quest’anno, Lyxor ETF intende rafforzare la sua gamma di ETF climatici, estendendola all’asset class obbligazionaria e ampliando la gamma di ETF sui Green Bond, che si stanno affermando sempre più come veicoli di investimento in ambito climatico. In totale, Lyxor gestisce oggi quasi 1,5 miliardi di euro in ETF concepiti per contrastare i cambiamenti climatici.

Rafforzare la gamma di ETF tematici per catturare le nuove tendenze del mondo post-Covid

Dopo il successo della sua gamma di ETF sui megatrend quotata lo scorso anno – con oltre 700 milioni di euro di nuovi asset netti raccolti in meno di un anno – Lyxor prevede di completare questa gamma per permettere agli investitori (soprattutto del segmento wealth management) di investire nelle aziende destinate a trarre beneficio dai cambiamenti significativi e duraturi del mondo post-pandemico. Dopo aver quotato cinque ETF tematici in collaborazione con MSCI nel 2020 – su Digital Economy, Disruptive Technology, Future Mobility, Smart Cities e abitudini di consumo dei Millennials – Lyxor intende proporre agli investitori strumenti per potersi esporre alla rapida innovazione che caratterizza una serie di settori quali l’”Healthcare” e la “Clean Tech”, e in specifiche aree geografiche.

Accelerare lo sviluppo della sua gamma Core

 Da quando è stata lanciata nel 2017 con alcuni dei TER più bassi in Europa, la gamma di Lyxor ETF Core è diventata una pietra miliare della sua offerta e registra un vivo interesse da parte di tutte le tipologie di investitori che intendono ottimizzare l’efficienza dei propri investimenti in un’ottica di risparmio a lungo termine. Lyxor intende proseguire quest’anno la diversificazione di questa gamma con numerose iniziative, in particolare all’interno dell’asset class obbligazionaria, soprattutto attraverso nuovi prodotti sull’inflazione e su nuove aree geografiche. Il Lyxor ETF Core sui TIPS statunitensi registra oggi 3,6 miliardi di euro di patrimonio in gestione.

Riflettendo la priorità data alla crescita di questi tre pilastri chiave, Lyxor prevede di adattare il resto della sua gamma in modo che rifletta ancora meglio gli obiettivi di investimento e risparmio a lungo termine degli investitori.

“Da mattoncini di allocazione tattica per gli investitori istituzionali – afferma Arnaud Llinas, Head of Lyxor ETF and Indexing di Lyxor Asset Management – gli ETF sono diventati strumenti di risparmio di lungo termine per una gamma sempre più ampia di investitori, incluso il segmento del wealth management. La nostra rifocalizzazione mira a rispondere alle preoccupazioni di lungo termine degli investitori – transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio, nuovi temi in un mondo post-Covid e massima efficienza degli investimenti – e riflette il profondo cambiamento in atto nel mercato degli ETF”.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, Climate Transition Benchmark integrato nella gamma iShares ESG

Asset allocation: anche il clima pesa sulle performance delle banche

Investimenti: come gestire il cambiamento climatico

NEWSLETTER
Iscriviti
X