Criptovalute, VanEck dimezza le commissioni dell’ETN su Bitcoin

A
A
A
di Redazione 16 Marzo 2021 | 10:05

VanEck dimezza il Ter del VanEck Vectors Bitcoin ETN (codice Isin DE000A28M8D09), portandolo dal 2% all’1% annuo. L’Exchange Traded Note (ETN), emesso a novembre 2020 e quotato sul segmento regolamentato di Deutsche Börse Xetra, offre agli investitori la possibilità di partecipare direttamente alla performance del bitcoin senza acquistare direttamente la criptovaluta. La performance del VanEck Vectors Bitcoin ETN replica l’andamento del MVIS CryptoCompare Bitcoin VWAP Close Index, la cui quotazione è direttamente legata al prezzo del bitcoin.

A febbraio 2021, a meno di tre mesi dal lancio, il VanEck Vectors Bitcoin ETN aveva superato i 100 milioni di dollari di patrimonio gestito.

“Percepiamo da parte degli investitori un grande interesse nei confronti del nostro ETN sul bitcoin”, ha dichiarato Martijn Rozemuller, responsabile europeo di VanEck. “Attraverso questa riduzione dei costi vogliamo trasferire ai clienti gli effetti positivi delle economie di scala derivanti dalla rapida crescita del patrimonio e dare loro modo di partecipare in futuro in maniera ancora più diretta alla performance del bitcoin attraverso una soluzione negoziata in Borsa“.

Grazie alla struttura regolamentata, gli investitori possono investire in Bitcoin attraverso l’ETN negoziandola come farebbero con azioni, ETF o altri strumenti scambiati su un mercato regolamentato. Non è quindi richiesto, come di consuetudine per le criptovalute, un wallet sulla blockchain dove conservare il Bitcoin separatamente dal resto del proprio portafoglio. Il VanEck Vectors Bitcoin ETN è completamente collateralizzato e il capitale investito nell’ETN è utilizzato esclusivamente per acquistare bitcoin, di conseguenza ogni singola quota dell’ETN rappresenta una quota reale in bitcoin.

Per garantire la sicurezza dell’investimento, VanEck collabora con Bank Frick, una banca depositaria regolamentata dalla normativa del Liechtenstein in qualità di Paese appartenente allo Spazio Economico Europeo, dove i bitcoin sono conservati in cold storage. Non può tuttavia essere completamente esclusa una perdita, ad esempio, a causa di attacchi di hacking. Bank Frick è uno dei pionieri europei nell’integrazione delle criptovalute in un ambiente bancario regolamentato.

Nonostante tutti i vantaggi, un investimento in bitcoin e in prodotti legati al bitcoin è associato a un elevato grado di rischio. Prima di procedere a un investimento in bitcoin, gli investitori dovrebbero essere in grado di valutare alcuni rischi, come quello tecnologico o l’elevata volatilità.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, Bitcoin: richiesta di quotazione alla Sec anche per Global X

Etf, da Viridi Funds un prodotto sul mining verde di Bitcoin

Mercati: il quadro tecnico della settimana di Sartorelli (Siat)

NEWSLETTER
Iscriviti
X