Etf: Gli asiatici tornano a volare

A
A
A
di Andrea Zona 8 Luglio 2008 | 11:59
Giornata positiva per le principali piazze europee, male l’America. Tra gli Etf particolarmente positivo l’andamento degli Etf che investono in Asia. Le commodities iniziano a scendere, con gli agricoli in particolare difficoltà.

La seduta del 7 luglio si è chiusa positivamente per gli Etf che investono in Asia. Le migliori performance sono state ottenute da Etf che investono in questa area.

Il migliore Etf è stato il Lyxor Etf China Enterprise (+5,26%). L’ETF della casa francese Societe Generale ha una commissione di gestione annua dello 0,65% e investe nei titoli a maggiore capitalizzazione della borsa cinese. A conferma del buon andamento del mercato asiatico buone performance anche per l’iShares FTSE Xinhua China 25 (+4,6%), per il DB X-T. FTSE Xinhua China 25 (+3,75%), per il Lyxor MSCI Taiwan (+3,23%) e per il Lyxor MSCI India (+2,51%) .

Performance positive anche per gli Etf che investono in America Latina con il Lyxor Etf MSCI Latin America (+4,35%), con il Lyxor Etf Brazil (+3,53%) e con DB X-T. MSCI EM Latam TRN Index (+3,31%).

Giornata in rosso per gli Etf settoriali. La performance peggiore è stata realizzata dal iShares DJ STOXX 600 Construction & Mat. Swap (-7,96%), seguito dal Lyxor Etf DJ Stoxx 600 Retail (-6,7%), dall’iShares DJ STOXX 600 Oil & Gas Swap (-3,15%), dal DB X-T. DJ Stoxx 600 Food and Beverage (-1,99%) e dal Lyxor ETF DJ Stoxx 600 Banks (-1,06%).

Sul fronte degli Exchange Traded Commodities (ETC) rialzi per gli Etfs (Etf Securities) che investono in metalli preziosi (escluso l’oro). La performance migliore è stata realizzata dall’Etfs Ph. PM Basket (+2,08%). Tra i metalli preziosi bene anche l’Etfs Ph. Platinum (+1,29%) e l’ Etfs Precious Metals Dj-Aigci (+0,71%). L’oro, nonostante il forte calo per l’energia e l’agricoltura oltre che il rialzo per il dollaro, ha chiuso solo in leggero calo e secondo alcuni esperti è pronto per fare la prossima corsa al rialzo.

Male gli agricoli con l’Etfs Corn (+1,33%), con l’Etfs Wheat (+1,18%). Un tempo migliore nel centro-ovest e un forte calo per il petrolio, ha messo il mais sotto pressione durante la seduta di ieri. Dopo la chiusura, l´USDA ha indicato il raccolto in leggero miglioramente rispetto alla settimana scorsa, con il 62% tra buono/eccellente (61% una settimana fa).

Male anche la soia con l’Etfs Soybean Oil (-3,92%) e con l’Etfs Soybeans (-3,16%). Limit down per la soia durante la seduta di ieri, spinta al ribasso dal tono negativo per le commodity in generale e il rafforzamento del dollaro USA dopo la festività di venerdì. Le ispezioni per le esportazioni sono state dimezzate rispetto alla settimana scorsa.

Dopo i rialzi dell’ultimo periodo, male anche il petrolio con l’Etfs Brent 1M Oil (-1,91%) e con l’Etfs Crude Oil (-1,86%). Le tensioni nel medio oriente potenzialmente si stanno abbassando, con l´indicazione che l´Iran incontrerà dei rappresentanti dell´occidente per discutere sul programma nucleare. Dopo il forte aumento delle ultime settimane, il petrolio potrebbe essere pronto per un brusco pullback.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti