Etp, raccolta in calo per il secondo mese consecutivo

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 10 Giugno 2021 | 12:45

I flussi negli ETP globali sono scesi per il secondo mese consecutivo, con afflussi per 95,6 miliardi di dollari nel mese di maggio, in calo rispetto ai 105,4 miliardi di dollari del mese di aprile e al record di 136,3 miliardi di dollari del mese di marzo. E’ quanto emerge dal BlackRock ETP Landscape Report che illustra l’andamento della raccolta globale degli ETP relativi al mese scorso. Ecco di seguito le altre principali evidenze del report

I flussi azionari confermano un andamento costante, mese dopo mese, con afflussi per 64,4 miliardi di dollari nel mese di maggio rispetto ai 62,4 miliardi di dollari del mese di aprile.

Rallentamento dei flussi sul reddito fisso a 23,3 miliardi di dollari rispetto ai 36,1 miliardi di dollari del mese di aprile, compensati dalla ripresa dei flussi di materie prime, positivi per la prima volta da gennaio (6,5 miliardi di dollari).

Europa in primo piano

Mentre i flussi azionari si sono mantenuti stabili a livello di asset class, si sono registrati cambiamenti per le allocazioni regionali rispetto al mese di aprile.

Gli afflussi azionari europei si sono attestati a 8,7 miliardi di dollari, registrando il maggior afflusso mensile per l’esposizione da maggio 2017, a testimonianza di un continuo interesse internazionale, con flussi in ETP azionari europei quotati negli Stati Uniti (5,8 miliardi di dollari) ancora superiori rispetto a quelli quotati nell’area EMEA (2,9 miliardi di dollari).

Anche i flussi azionari dei mercati emergenti (EM) si sono ripresi rispetto ai deflussi per 1,7 miliardi di dollari del mese di aprile per registrare flussi in ingresso per 6,4 miliardi di dollari, con i flussi per gli ETP a esposizione singola superiori a quelle allargate, per la prima volta da settembre 2020. Gli afflussi per gli ETP dei singoli mercati emergenti hanno continuato a favorire l’Asia, con la Corea del Sud e la Cina in testa nel mese di maggio.

Allo stesso tempo, gli acquisti di ETP azionari statunitensi hanno toccato il livello più basso degli ultimi quattro mesi, con afflussi per 28 miliardi di dollari, contro i 36,4 miliardi di dollari del mese di aprile. Gli afflussi azionari giapponesi sono invece saliti a 5,1 miliardi di dollari, il livello più alto da gennaio, grazie ai continui acquisti da parte della Banca del Giappone.

Mese record per i “linker”

Nel mese di maggio gli ETP inflation-linked hanno registrato un afflusso record per 4,4 miliardi di dollari, superando il precedente record di 4,3 miliardi di dollari del giugno 2020. Grazie al dato di maggio, la raccolta complessiva da inizio anno degli inflation linkers surclassa il record annuale di 17,3 miliardi di dollari del 2020, trainata dall’interesse degli investitori a costruire una protezione dall’inflazione nei portafogli a seguito della ripresa economica.

Gli inflation linkers sugli Stati Uniti hanno inevitabilmente rappresentato la maggior parte dei flussi, dato il più ampio universo di fondi e l’attenzione sui mercati globali all’inflazione, ma anche i prodotti della zona euro e globali hanno costantemente registrato un andamento positivo nel corso di quest’anno.

Da inizio anno gli ETP inflation-linked sull’Eurozona hanno raccolto un miliardo di dollari, dato lievemente inferiore al record di 1,2 miliardi di dollari raggiunto nel 2015, mentre i flussi dei linker globali hanno raggiunto il miliardo di dollari da inizio anno, seguendo di poco il record di 1,1 miliardi di dollari del 2020.

Per quanto riguarda gli altri segmenti del reddito fisso, le tendenze sono state ampiamente in linea con i flussi del mese di aprile, con acquisti in ETP sui tassi, multisettoriali e sul debito emergente. I flussi degli ETP sul credito – che avevano registrato una ripresa ad aprile, con afflussi di 6,3 miliardi di dollari per l’investment grade (IG) e 3 miliardi di dollari per l’high yield (HY) – sono diminuiti nel mese di maggio, con afflussi di 1 miliardo di dollari per l’investment grade (IG) e 1,3 miliardi di dollaro per l’high yield (HY).

Polvere d’oro

Nel mese di maggio i flussi delle materie prime sono tornati in territorio positivo per la prima volta in quattro mesi, trainati da flussi record per le esposizioni allargate alle diverse commodity (3,3 miliardi di dollari vs i 1,3 miliardi di dollari del mese di aprile) e dal primo dato mensile positivo sull’oro da gennaio (3,3 miliardi di dollari). I flussi record mensili verso le esposizioni alle materie prime sono stati registrati prevalentemente dagli ETP quotati negli Stati Uniti (3,2 miliardi di dollari), mentre gli ETP quotati nell’area EMEA hanno raccolto 0,3 miliardi di dollari, in linea con i flussi di aprile.

I flussi sull’oro sono stati divisi più equamente, con afflussi di 2,1 miliardi di dollari per gli ETP quotati in USA e 1,4 miliardi di dollari per quelli dell’area EMEA. I flussi verso gli ETP sull’oro quotati in EMEA hanno registrato un’accelerazione rispetto agli 0,4 miliardi di dollari di aprile.

Anche i flussi nell’argento sono tornati in territorio positivo per la prima volta da gennaio, con afflussi per 0,4 miliardi di dollari nel mese di maggio.

Livelli stazionari di metà stagione?

Maggio ha registrato una leggera attenuazione della progressione degli ETP sostenibili, trend in atto da nove mesi. I flussi mensili per gli ETP sostenibili quotati negli Stati Uniti e nell’area EMEA si sono attestati a 5,5 miliardi di dollari per tutte le classi di asset, rendendo maggio il mese di minori afflussi dall’agosto 2020 e in calo rispetto al record mensile di 18 miliardi di dollari del febbraio 2021.

In Europa, i fondi ESG best-in-class hanno contribuito per poco meno della metà del totale della raccolta mensile di 3,7 miliardi di dollari, guidati dalle esposizioni azionarie mondiali e statunitensi. Le strategie azionarie ottimizzate ESG sono arrivate vicino alla soglia del miliardo di dollari, secondo miglior dato mensile da sempre, con flussi di 966 milioni di dollari guidati dalle esposizioni statunitensi ed europee.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf: si profila un anno da record

Etf, State Stret lancia la classe con copertura in euro del Corporate Esg US

Banche, proroga UE sulla cartolarizzazione dei crediti in sofferenza. Gli Etf sul settore

NEWSLETTER
Iscriviti
X