Criptovalute: da VanEck tre nuovi Etn

A
A
A
di Redazione 20 Settembre 2021 | 13:52

VanEck ha quotato sul circuito Xetra della Borsa tedesca tre nuovi ETN (Exchange Traded Note) sulle attività digitali Solana, TRON e Polkadot. Dopo il lancio di prodotti quotati in borsa su Bitcoin ed Ethereum nei mesi scorsi, in parte come prima società di gestione globale in alcuni mercati, VanEck presenta ora queste tre nuove ETN per aprire il mercato delle criptovalute agli investitori europei.

Con il lancio di queste nuove soluzioni, VanEck espande quindi ulteriormente il proprio ruolo pionieristico per soluzioni di investimento innovative e orientate al futuro, concentrandosi sulle piattaforme di smart contract, cioè programmi memorizzati su una blockchain ed eseguiti in modo automatizzato al verificarsi di condizioni predefinite. Le piattaforme di smart contract permettono, ad esempio, di migliorare i processi contrattuali e introdurre modelli di gestione completamente nuovi. Possono automatizzare i flussi di lavoro e attivare azioni predefinite senza coinvolgere un intermediario, ottimizzando i tempi di gestione. L’esempio più noto è Ethereum con la propria criptovaluta integrata Ether. “Ethereum continua a crescere in popolarità, ma le piattaforme più recenti offrono anche molti altri vantaggi, come costi di transazione più bassi o processi più veloci”, osserva Martijn Rozemuller, Ceo di VanEck Europe.

I tre nuovi ETN permettono agli investitori di partecipare allo sviluppo delle attività digitali, senza un acquisto diretto degli asset sottostanti, con un Total expense ratio (Ter) annuale dell’1,5%. Gli asset sottostanti sono stati selezionati sulla base dei sette criteri seguenti: possibilità di impiego e modi di funzionamento, numero di transazioni, disponibilità sulle borse, precedenti e team di sviluppo, capitalizzazione di mercato. VanEck ha selezionato Solana, TRON e Polkadot tra un universo di circa 100 possibili attività digitali.

Solana è un protocollo blockchain di base interamente ottimizzato per la velocità. Il suo obiettivo è fornire una piattaforma che permetta agli sviluppatori di creare applicazioni decentralizzate (dApp) senza incorrere in difficoltà in termini di prestazioni. Con 50.000 transazioni al secondo, la blockchain Solana è attualmente una delle più veloci. Allo stesso tempo, una transazione costa attualmente solo 0,0001 dollari Usa. Solana è stata fondata da Anatoly Yakovenko, insieme agli ex-ingegneri Qualcomm Greg Fitzgerald e Stephen Akridge.

TRON mira a creare una piattaforma di condivisione di contenuti a costi estremamente contenuti e sostiene di offrire una rete più veloce e tassi di transazione più economici rispetto a Bitcoin o Ethereum. Le transazioni sono gratuite per i primi 5.000 byte al giorno. TRON si basa sul principio del Delegated Proof of Stake (DPoS). Si suppone quindi che sia più efficiente dal punto di vista energetico e più veloce dei modelli Proof-of-Work o Proof-of-Stake. La piattaforma è stata fondata a Singapore nel 2017 da Justin Sun, un milionario cinese e imprenditore seriale di successo. Gli esperti del settore considerano TRON come la blockchain per l’Asia e già oggi le transazioni di rete su TRON superano di molte volte quelle su Bitcoin, Ethereum e Polkadot.

Polkadot è un protocollo blockchain Proof-of-Stake (PoS), la cui caratteristica principale è l’interoperabilità: permette ad altre reti blockchain decentralizzate di lavorare insieme senza soluzione di continuità e su ampia scala. È stato fondato nel 2017 da Gavin Wood, cofondatore di Ethereum e inventore del linguaggio di smart contract Solidity, come una versione migliorata di Ethereum. Polkadot è considerato un ecosistema di blockchain.

“Solana è cresciuta notevolmente ed è diventato un asset investibile a livello istituzionale. Siamo entusiasti del lancio dell’ETN di VanEck che permette maggiore accesso e partecipazione all’ecosistema Solana”, ha commentato Ramnik Arora, Head of Product di FTX.

“La quotazione dell’ETN di VanEck su TRON, che fa seguito alle soluzioni su Bitcoin ed Ether, è una testimonianza del solido ecosistema di criptovalute di TRON e della possibilità di crescita della nostra piattaforma globale”, ha dichiarato Justin Sun, fondatore della Tron Foundation.

“Ethereum e Bitcoin sono le due principali criptovalute e sono ben riconosciute dal mercato. A causa della bassa correlazione con altre asset class rappresentano anche una buona opportunità per diversificare il proprio portafoglio”, continua Rozemuller. “Ma il mercato è ancora in movimento: in totale vi sono circa 10.000 criptovalute diverse e nessuno sa quale sarà la più importante tra dieci anni”. Rozemuller fa dei paralleli con il mercato della telefonia mobile: “Chi, ad esempio, negli anni ’90 avrebbe pensato che Nokia e BlackBerry avrebbero perso così tanta importanza? Gli investitori dovrebbero quindi avere la possibilità di investire ampiamente anche in asset digitali. E siamo solo all’inizio”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Anina a Wiit

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Cir a Unieuro

Mercati, trimestrali: la crescita rallenta il passo

NEWSLETTER
Iscriviti
X