Etf Esg: sono i dettagli a fare la differenza

A
A
A
di Redazione 11 Ottobre 2021 | 13:01

Nei primi otto mesi di quest’anno, gli ETF ESG hanno rappresentato quasi la metà dei flussi sugli ETF europei (oltre 50 miliardi di dollari). E gli afflussi mensili, forti e costanti, degli ultimi due anni hanno portato il patrimonio totale gestito (AuM) degli ETF ESG a 187,8 miliardi di dollari. Non si tratta solo poi di un fenomeno europeo: secondo Bloomberg Intelligence, gli ETF ESG a livello globale raggiungeranno 1 trilione di dollari entro il 2025.

Tuttavia, secondo un sondaggio condotto da Invesco, la preoccupazione principale degli investitori è evitare il greenwashing nella propria selezione di fondi e provider, poiché alcuni ETF ESG potrebbero non essere allineati con gli obiettivi dichiarati.

L’approccio ESG, inoltre, non rappresenta una soluzione univoca, poiché i criteri ESG hanno un peso diverso per ogni investitore. Di conseguenza, uno dei vantaggi degli ETF, ovvero l’ampia scelta di opzioni, diventa ancora più essenziale per raggiungere risultati ESG personalizzati.

Gli ETF ESG spaziano infatti dai fondi che comportano semplici esclusioni a quelli che applicano metodologie “best in class” più rigorose, combinando screening positivo e negativo e numerose soluzioni intermedie. E con oltre 250 prodotti ESG attualmente disponibili sul mercato europeo degli ETF, gli investitori dispongono di un enorme numero di fondi per soddisfare le proprie esigenze. Ma da inizio anno quasi il 75% dei flussi ETF ESG da inizio anno ha riguardato prodotti passivi con focus sui titoli con punteggi ESG più elevati o che applicano criteri “best in class” severi o moderati.

Capacità dell’emittente di ETF

Gli emittenti di ETF non sono tutti uguali. Un provider di investimenti con processi solidi in atto e un team interno di esperti ESG, o funzioni in materia ESG integrate all’interno dei team di investimento, può sostenere la pratica del proxy voting e condurre riunioni con il management delle società per conto dell’intera gamma di fondi investiti fisicamente, inclusi gli ETF passivi.

Tuttavia, la mancanza di risorse interne non dovrebbe automaticamente annullare la capacità di un fornitore di essere un investitore responsabile, poiché per perseguire attività simili potrebbe utilizzare ricerche di terze parti o società di proxy voting.

Per gli investitori che desiderano ottenere il massimo dai propri investimenti ESG è importante, nell’ambito della selezione di un provider di investimenti, porre le domande giuste:

  • Qual è il ruolo dei fattori ESG rispetto alle decisioni di investimento?
  • Vi sono risorse dedicate all’ESG, come ad esempio un team interno? In caso contrario, il provider affida la ricerca in ambito ESG a società specializzate?
  • Quali sono le filosofie e i processi alla base delle pratiche di proxy voting ed engagement?
  • Qual è il track record in termini di ESG? Come vengono comunicati i risultati agli investitori?
  • Il provider di investimenti presenta un’integrazione ESG misurabile in tutti i suoi settori d’attività?

Le risposte a queste domande non si ottengono dai dati sulla performance degli investimenti, ma dovrebbero essere ampiamente disponibili.

L’approccio di Invesco agli investimenti in ETF di tipo ESG

La gamma di ETF ESG di Invesco spazia dai fondi ad esclusione sostitutivi del benchmark core a soluzioni tematiche, come il segmento ESG high yield sull’energia solare.

Gli ETF ESG a replica fisica di Invesco godono dei vantaggi offerti dalle ampie capacità di ricerca di dell’emittente nel campo degli investimenti, della pratica del proxy voting e del coinvolgimento aziendale, grazie ai nostri processi di votazione speculare ed engagement. Nell’ambito degli ETF ESG, tali posizioni rimandano a, e seguono poi, le decisioni di voto dei gestori di fondi attivi di Invesco con la maggiore partecipazione nello stesso titolo. Allo stesso modo, questo strumenti possono beneficiare del processo di engagement con la società svolto dai team ESG e di investimento dell’emittente.

La piattaforma proprietaria brevettata di proxy voting di Invesco facilita poi le decisioni di voto basate sugli investimenti. Uno strumento che incoraggia la collaborazione e la condivisione delle conoscenze, sfrutta numerose fonti di ricerca e consente agli investitori di concentrarsi sul valore per gli azionisti a lungo termine.

Invesco considera inoltre prioritaria la responsabilità di proprietari di asset e considera l’engagement come un’opportunità per promuovere un miglioramento continuo. Il dialogo attivo con le società di investimento è una parte fondamentale del processo, nonché per Invesco uno dei meccanismi più incisivi per ridurre i rischi, migliorare i rendimenti ed esercitare un impatto positivo sulla società e sull’ambiente.

Informazioni importanti

Questa comunicazione di marketing è per pura finalità esemplificativa ed è riservata all’utilizzo da parte dei Clienti Professionali in Italia. Non è destinata e non può essere distribuita o comunicata ai clienti al dettaglio.

Si prega di non redistribuire.

Le informazioni riportate in questo documento sono aggiornate alla data del 14 settembre 2021, salvo ove diversamente specificato.

Il presente documento non costituisce un consiglio di’investimento. Le persone interessate ad acquisire quote del prodotto devono informarsi su (i) i requisiti legali nei paesi di nazionalità, residenza, residenza ordinaria  o domicilio; (ii) eventuali controlli sui cambi valutari e (iii) eventuali conseguenze fiscali rilevanti.

Per maggiori informazioni sui nostri fondi e sui relativi rischi, si prega di far riferimento al Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID) specifico per la classe di investimento, disponibile in italiano, alla relazione Annuale o Semestrale, al Prospetto e ai documenti costitutivi, disponibili sul sito http://www.invesco.eu. Una sintesi dei diritti degli investitori è disponibile al seguente link http://www.invescomanagementcompany.ie. La società di gestione può recedere dagli accordi di distribuzione.

Le opinioni espresse da professionisti o da un centro di investimento d’Invesco si basano sulle attuali condizioni di mercato, possono differire da quelle espresse da altri professionisti o centri d’investimento e sono soggette a modifiche senza preavviso.

II presente documento è stato comunicato in Italia da Invesco Management S.A., President Building, 37A Avenue JF Kennedy, L-1855 Luxembourg, regolamentata dalla  Commission de Surveillance du Secteur Financier, Luxembourg.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Amundi amplia la propria gamma Sri con un nuovo Etf Esg

Etf e fondi, un solido inizio d’anno

Etf sul reddito fisso, Lgim lancia un fondo obbligazionario sostenibile

NEWSLETTER
Iscriviti
X