Etf: Materie prime sempre in rosso

A
A
A
di Andrea Zona 25 Luglio 2008 | 09:15
Giornata difficile per le principali piazze europee che chiudono tutte in rosso dopo i rialzi di inizio settimana. Tra gli Etf, prese di beneficio per le materie prime ormai in costante calo. Tra i songoli temi, bene i coloniali mentre scendono anche gli Etfs sul petrolio.

La seduta del 24 luglio si è chiusa positivamente per gli Etf che investono in Corea e Giappone.

Il migliore Etf è stato il DB X-T. MSCI Korea TRN Index (+6,56%). L’Etf della casa tedesca Deutsche Bank ha una commissione di gestione annua dello 0,65% e investe nei titoli a maggiore capitalizzazione della borsa coreana.

A conferma del buon andamento del mercato coreano buone performance anche per il Lyxor Etf MSCI Korea (+2,55%) e per l’iShares MSCI Korea (+2,02%).

Bene anche il mercato nipponico con il Lyxor Etf RAFI Japan (+1,94%) seguito dal DB X-T. MSCI Japan TRN Index (+1,36%) e dal Lyxor ETF Japan TOPIX (+1,25%).

Male invece materie prime e America Latina. La peggiore performance è stata realizzata dal Lyxor ETF DJ Stoxx 600 Basic Resources (-5,32%) seguito dal DB X-T. DJ Stoxx 600 Basic Resources (-3,42%), dal Lyxor Etf Brazil (-2,38%), dall’iShares MSCI Brazil (-2,33%) e dall’iShares II MSCI Latin America (-2,3%).

Sul fronte degli Exchange Traded Commodities (ETC), rialzi per coloniali e bestiame. La performance migliore è stata realizzata dall’Etfs Cotton (+3,6%). Nonostante la siccità in alcune zone nel sud degli USA, lo stato di Texas sta ricevendo troppa pioggia dall´uragano Dolly.

Tra i coloniali bene anche l’Etfs Sugar (+2,57%) e l’ Etfs Coffee (+0,75%).

Rialzi anche per i cereali con l’Etfs Corn (+2,61%) e per l’Etfs Wheat (+2,25%). L’USDA ha indicato che le esportazioni relative alla stagione 2008/09 sono in aumento del 30% rispetto allo scorso anno, una buona indicazioni della volontà dei compratori internazionali di fare crescere le loro scorte.

Ribassi invece per gli energetici con il gas naturale (-6,52%) che realizza la performance peggiore, seguito dall’Etfs Energy DjAig (-3,83%), dall’Etfs Crude Oil (-1,68%) e dall’Etfs Gasoline (-1,44%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Deutsche Bank: utile ancora in crescita

Deutsche Bank, una mano per le tartarughe

Deutsche Bank, possibili tagli alle filiali in Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X