Certificati: da UniCredit 11 nuovi Memory Cash Collect Worst Of

A
A
A
di Redazione 28 Febbraio 2022 | 14:20

UniCredit ha emesso sul mercato una nuova serie di 11 Memory Cash Collect Worst Of Certificate su panieri settoriali che si aggiungono agli oltre 250 certificati offerti dall’istituto e quotati sugli MTF regolamentati di Borsa Italiana (SeDeX ed EuroTLX).

I nuovi certificate hanno come sottostante panieri composti da tre società italiane e/o internazionali, hanno una scadenza a tre anni (marzo 2025) e premi condizionati trimestrali con effetto memoria che vanno dall’1,65% al 4,75% a seconda dei sottostanti.

I panieri sono stati pensati in ottica settoriale. Ogni paniere è infatti costruito su un tema d’investimento particolare: si può trovare il settore smart working con il paniere su Zoom, Docusign e Salesforce, o il paniere legato al metaverso composto da Meta, Nvidia e Microsoft, che ha una barriera al 70% e un coupon trimestrale del 2,35%.

Sono presenti inoltre settori più tradizionali come il banking (Banco BPM, Intesa Sanpaolo e BPER) e il settore automotive con il paniere su Tesla, Ford e Stellantis.

I Cash Collect Worst Of Certificate permettono agli investitori di ricevere premi periodici nel caso in cui il valore dell’azione sottostante con la performance peggiore all’interno del paniere (caratteristica WorstOf) abbia nelle date di osservazione trimestrali un valore superiore al livello della Barriera, posto per questa emissione tra il 60% e il 70% del valore iniziale. Grazie all’effetto memoria, i premi eventualmente non corrisposti non vengono persi ma saranno pagati successivamente se, in una delle successive date di osservazione, la condizione del pagamento sarà soddisfatta.

Inoltre, a partire da settembre 2022, nel caso in cui il valore dell’azione sottostante con la performance peggiore all’interno del paniere raggiunga un valore superiore a quello iniziale, i Certificate vengono rimborsati anticipatamente, con un importo pari al valore nominale (di 100 euro) più il premio. Qualora il Certificate non sia stato rimborsato anticipatamente, al momento della scadenza ovvero a marzo 2025 sono possibili due scenari: a) se l’azione sottostante con la performance peggiore all’interno del paniere ha un valore pari o superiore al valore della Barriera, il Certificate rimborsa 100 euro oltre al premio; b) se l’azione sottostante con la performance peggiore all’interno del paniere ha un valore inferiore al livello della Barriera, il Certificate rimborsa un importo proporzionale all’andamento dell’azione sottostante con la performance peggiore (<60 € nel caso della Barriera posta al 60% e <70€ nel caso della Barriera posta al 70%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X