Etc, AuM al top per il Royal Mint Physical Gold

A
A
A
di Redazione 18 Marzo 2022 | 12:45

Il The Royal Mint Physical Gold ETC (Ticker: RMAU) si avvicina alla quota di mezzo miliardo di dollari di asset in gestione. Solo fino al 31 dicembre 2021, gli AuM di RMAU erano di 278 milioni di dollari, per arrivare – in data 8 marzo u.s. – a quota di 489 milioni di dollari, ottenendo una crescita del 73.4% rispetto al 2021, raggiungendo il livello più alto dal lancio di questo ETC nel 2020.

RMAU è stato il primo prodotto ad essere garantito da The Royal Mint ed è il primo ETC sull’oro ad essere stato lanciato in partnership con una zecca sovrana europea; attualmente è quotato su London Stock Exchange, Euronext Paris, Borsa Italiana and Deutsche Borse.

Questo ETC fornisce agli investitori un’esposizione all’oro garantito al 100% dai lingotti conformi agli standard Good Delivery della London Bullion Market Association (LBMA) e custoditi presso i caveau di The Royal Mint a Liantrisant, Cardiff.

Hector McNeil, co-CEO and co-fondatore di HANetf ha dichiarato: “Abbiamo lanciato The Royal Mint Physical Gold ETC (RMAU) appena due anni fa e siamo felici di constatare il raggiungimento di quasi mezzo miliardo di dollari di AuM in così breve tempo. L’oro sarà sempre un asset interessante per gli investitori che cerano di diversificare il loro portafoglio. Con gli avvenimenti preoccupanti a cui stiamo assistendo, dalla pandemia all’inflazione o la guerra in Ucraina, questo metallo prezioso avrà sempre più appeal per tutti coloro che cercano un investimento sicuro. RMAU offre un’esposizione sull’oro unica, dove non solo i lingotti sono conformi al 100% con le linee guida del LBMA, ma sono inoltre conservati fisicamente nei caveau di The Royal Mint, uno dei posti più sicuri al mondo. RMAU ha un’ulteriore caratteristica peculiare e cioè quella di essere in grado di riscattare immediatamente gli ETC ricevendo in cambio lingotti o monete d’oro da The Royal Mint”.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti