Le materie prime affondano gli Etf su Brasile e Russia

A
A
A
di Andrea Zona 5 Agosto 2008 | 09:30
Gli Etf sulle materie prime perdono ancora terreno trascinando verso il basso anche gli Etf su Brasile e Russia. Sono infatti gli Etf che investono in America Latina ad essere i peggiori di giornata, in una seduta durante la quale si salvano solo Turchia e shorts su indici settoriali.

La seduta del 04 agosto si è chiusa positivamente per gli Etf che investono in Turchia e che shortano gli indici di mercato. Il migliore Etf è stato ancora una volta l’iShares MSCI Turkey (+3,31%) ancora favorito dal clima politico in Turchia sempre più disteso. L’Etf della casa statunitense Barclays Global Fund Advisors ha una commissione di gestione annua dello 0,32% e investe in titoli ad alta capitalizzazione della borsa turca.

A conferma del buon andamento del mercato turco, tra i migliori si piazza anche il MA  Dow Jones Turkey Titans 20 (+3,01%)

Buone performance anche per gli Etf che shortano gli indici di mercato con il DB X-T. DJ Stoxx 600 Banks Short (+2,95%), con il DB X-T. DJ Euro Stoxx 50 Short Index (+1,56%), con il DB X-T. DJ Stoxx 600 Oil&Gas Short (+1,32%), con il DB X-T. DJ Euro Stoxx 50 Short Index (+1,12%) e con il DB X-T. S&P 500 Short (+1,03%).

Male invece gli Etf che investono in Brasile. Il peggiore di giornata è stato il DB X-T. MSCI Brazil (-5,78%) seguito dall’iShares MSCI Brazil (-5,65%), dal Lyxor Etf Brazil (-5,3%), dal Lyxor Etf Latin America (-5,09%) e dal DB X-T. FTSE/Xinhua China 25 Index (-1,25%).

Performance inferiore al –3% anche per materie prime e Russia con il Lyxor Etf DJ Stoxx 600 Basic Resources (-4,24%), con il DB X-T. DJ Stoxx 600 Basic Resources (-4%), con il DB X-T. MSCI Russia (-3,25%) e con l’iShares MSCI Eastern Europe (-3,08%).

Sul fronte degli Exchange Traded Commodities (ETC), rialzi solo per l’Etfs Live Cattle (+1,23%). Male tutti gli altri con in testa soia e energetici.

L’Etfs Soybeans (-6,44%) è il peggiore di giornata che tocca il limit-down con le previsioni di un tempo migliore nelle zone più importanti degli USA. Un altro fattore è il rallentamento della domanda proveniente dalla Cina, dove diversi impianti per la lavorazione della soia sono stati chiusi per via delle olimpiadi.

Gli energetici realizzano performance che vanno dal –5,47% dell’Etfs Natural Gas al –1,95% dell’Etfs Crude Oil. Sul calo degli energetici incidono le indicazioni che l’uragano Edouard non colpirà la maggior parte degli impianti per la produzione di petrolio e del gas naturale nel Golfo del Messico

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Barclays rivede i target sulle banche italiane in vista delle trimestrali

Barclays, il private arriva a Milano

Azioni Europa settore pharma: i target price di Barclays

NEWSLETTER
Iscriviti
X