Mercati: trader italiani sempre più propensi a investire sulle big tech Usa

A
A
A
di Redazione 28 Aprile 2022 | 09:29

Una nuova indagine pubblicata dall’ETP provider GraniteShares mostra come i più attivi trader azionari in Italia vogliano accrescere la loro esposizione verso i colossi del tech statunitense, rivelando che la maggior parte di loro è su posizioni rialziste, nonostante la recente volatilità.

Lo studio di GraniteShares ha rilevato che quasi la metà degli intervistati (il 44%) vuole accrescere la quota di giganti del tech USA nel proprio portafoglio, poiché ritiene che questo sia un buon momento per questo tipo di operazione, nonostante recentemente alcune di queste imprese abbiano riportato perdite considerevoli.

Dall’altro lato, solo il 5% ha dichiarato di voler ridurre la sua esposizione, mentre il 35% vuole mantenere quella attuale. Infine, il 15% ha dichiarato di non essere esposto a questo settore. Tuttavia, dall’indagine è possibile tratteggiare un quadro in cui gli investitori italiani sono generalmente ottimisti circa la crescita del comparto tecnologico a stelle e strisce.

A rafforzare questa opinione il fatto che il 71% degli intervistati dichiara di avere prospettive rialziste sulle azioni FAANG (Facebook, Apple, Amazon, Netflix e Google) e il 19% arriva addirittura a definirle come “fortemente rialziste”.

Inoltre, il 72% ritiene che queste azioni faranno registrare performance superiori a quelle del NASDAQ100 per i prossimi cinque anni.

Will Rhind, Fondatore e CEO di GraniteShares, ha dichiarato: “Le azioni dei giganti del tech hanno attraversato un periodo di forte volatilità e alcune hanno anche registrato ingenti perdite. Tuttavia, i trader azionari italiani sono generalmente ottimisti su questo settore, con circa la metà di loro che intende incrementare la sua esposizione e la maggior parte che condivide posizioni rialziste per il futuro del settore, che ha sempre performato molto bene. Naturalmente, a queste sono associati anche dei rischi, ma si è anche visto che durante la pandemia, l’interesse verso il trading è cresciuto, con i grandi investitori retail che hanno iniziato ad adottare strategie che sono sempre state un’esclusiva degli istituzionali”.

GraniteShares ha quotato i suoi innovativi ETP FAANG, GAFAM e FATANG, così come i suoi ETP a leva singola, anche su Borsa Italiana, in modo da offrire agli investitori esposizione long e short verso le maggiori azioni delle imprese statunitensi: Amazon, Apple, Google, Facebook, Microsoft, NVIDIA, Tesla e Uber. Gli ETP FAANG, GAFAM e FATANG sono investimenti “pure-play” e forniscono un’esposizione mirata verso le maggiori tech company USA, che può essere “long-only”, 1x short, 3x short e 3x long.

Lo scorso anno, GraniteShares ha toccato quota 1,7 miliardi di dollari di volumi di trading per i suoi prodotti quotati su LSE, Euronext e Borsa Italiana; nel 2020 erano 130, 7 milioni. I prodotti più scambiati sono stati il GraniteShares 3x Long Tesla ETP e il GraniteShares 3x Long Rolls-Royce ETP, che hanno fatto registrare volumi rispettivamente per 581 e 255 milioni di dollari.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X