Rimbalzo per gli Etf sulle materie prime

A
A
A
di Andrea Zona 7 Agosto 2008 | 11:45
Gli Etf sulle materie prime rimbalzano e ottengono le miglioro performance di giornata. A livello geografico ottima performance degli Etf su Brasile e Russia. Tra le commodities ancora bene lo zucchero mentre continua la ritirata del petrolio.

La seduta del 06 agosto si è chiusa positivamente per gli Etf che investono in materie prime e finanziari.

Il migliore Etf è stato il DB X-T. DJ Stoxx 600 Basic Resources (+3,76%). L’Etf della casa tedesca Deutsche Bank ha una commissione di gestione annua dello 0,30% e investe in titoli europei ad alta capitalizzazione del settore materie prime.

A conferma del buon andamento delle materie prime, ottime performance anche per il Lyxor Etf DJ Stoxx 600 Basic Resources (+3,69%) e per l’iShares DJ STOXX 600 Basic Resources Swap (+2,25%). Come di consueto l’andamento delle materie prime incide sull’andamento degli Etf su Brasile e Russia. Tra i migliori si piazzano infatti il DB X-T. MSCI Brazil (+2,72%), l’iShares MSCI Brazil (+2,66%), il Lyxor Etf Brazil (+2,39%), l’iShares II FTSE Bric 50 (+1,79%) e il DB X-T. MSCI Russia (+1,23%).

Buone performance anche per gli Etf che investono in finanziari con il DB X-T. DJ Stoxx 600 Banks (+3,16%), con il Lyxor Etf DJ Stoxx 600 Banks (+1,68%), e con il Lyxor Etf DJ Stoxx 600 Insurance (+1,33%).

Male invece gli Etf che shortano gli indici di mercato. Il peggiore di giornata è stato il DB X-T. DJ Stoxx 600 Oil&Gas Short (-2%) seguito dal DB X-T. DJ Stoxx 600 Banks Short (-1,22%), dal DB X-T. S&P 500 Short (-1,13%) e dal dal DB X-T. DJ Stoxx 600 Technologies Short (-1,09%).

Sul fronte degli Exchange Traded Commodities (ETC), rialzi per zucchero e metalli.

L’Etfs Sugar (+5,53%) è il migliore di giornata chiudendo sui massimi degli ultimi 4 mesi ieri dopo le indicazioni che la produzione indiana è stata in calo del 6% tra ottobre e luglio rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Il calo per la stagione prossima potrebbe avvicinarsi al 25% con gli agricoltori che abbandonano lo zucchero per coltivazioni più redditizie.

Tra i metalli bene l’Etfs Ph. Palladium (+3,77%), l’Etfs Ph. Platinum (+2,76%), l’Etfs Aluminium (+1,63%) e l’Etfs Copper (+1,21%).

Male invece gli energetici che chiudono con performance che vanno dal –4,37% dell’Etfs Petroleum Dj-Aigci al -1,02% dell’Etfs Brent Oil 1M. Il calo del petrolio è dovuto alla pubblicazione dei dati sulle scorte USA ieri: 296,9 milioni di barili (+1,7 milioni rispetto ad una settimana fa). Le scorte per la benzina, invece, sono state in calo per 4,4 milioni di barili dopo un forte calo delle importazioni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Deutsche Bank ritira un report scottante in Germania

DB, Parazzini: il futuro passa per Draghi e l’Europa

Deutsche Bank, ingaggio nel Private Banking

NEWSLETTER
Iscriviti
X