Gli Etf su USA trainano il mercato

A
A
A
Avatar di Andrea Zona 11 Agosto 2008 | 12:00
Gli Etf sugli USA trascinano il mercato verso una giornata tutto sommato positiva. Il clima teso nel Caucaso e un nuovo crollo delle materie prime, i principali motivi della giornata negativa degli Etf sulla Russia. Tra le commodities bene bestiame e cereali, ancora male gli energetici.

La seduta del 08 agosto si è chiusa positivamente per gli Etf che investono in Asia e in USA.

Il migliore Etf è stato il DB X-T. MSCI Taiwan (+5,84%). L’Etf della casa tedesca Deutsche Bank ha una commissione di gestione annua dello 0,65% e investe in titoli ad alta capitalizzazione della borsa di Taiwan.

A conferma del buon andamento dei mercati asiatici, ottime performance anche per l’iShares MSCI Taiwan (+3,99%), per il Lyxor Etf MSCI India (+3,22%), per il Lyxor Etf MSCI Taiwan (+3,16%), e per il Lyxor ETF Hong Kong (+2,25%).

Bene anche gli Etf che investono in USA con il PowerShares FTSE RAFI US 1000 (+4,66%), con il Lyxor Etf Nasdaq 100 (+3,46%), con il PowerShares EQQQ (+2,96%), con il Lyxor Etf MSCI USA (+2,94%) e con il Lyxor ETF FTSE Rafi US 1000 (+2,68%).

Male invece gli Etf che investono in Russia e materie prime. Il peggiore di giornata è stato il DB X-T. MSCI Russia Capped Index (-4,19%) seguito dal Lyxor Etf Eastern Europe (-3,03%), dal DJ Stoxx 600 Basic Resources (-2,95%) e dal Lyxor Etf DJ Stoxx 600 Basic Resources (-2,71%).

Sul fronte degli Exchange Traded Commodities (ETC), rialzi per bestiame e cereali.

L’Etfs Lean Hogs è il migliore di giornata chiudendo con un ottimo + 3,38%. Tra gli Etf sul bestiame bene anche l’Etfs Forward Livestock (+1,68%) e l’Etfs Live Cattle (+1,23%).

Salgono gli Etfs sui cereali (ad esclusione del frumento) con l’Etfs Grains Dj-aig (+1,75%), con l’Etfs Forward Grains (+1,61%) e con l’Etfs Corn (+1,55%). Dopo il forte rialzo per il frumento di giovedì, la discesa ha dominato la seduta di venerdì. Il prossimo report USDA sulla domanda e offerta agricola mondiale esce martedì e darà uno spunto di riflessione per i trader dopo un periodo molto volatile.

Male invece gli energetici  Gli energetici chiudono con performance che vanno dal –5,25% dell’Etfs Natural Gas al –0,3% dell’Etfs Petroleum Dj-Aigci.

Male anche i metalli preziosi, con l’argento in testa. Il peggiore tra i metalli preziosi è l’Etfs Ph. Silver (-3,38%). I metalli preziosi subiscono tutti del rafforzamento del dollaro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X