Etf, gli investitori Esg sui bond vogliono una copertura più ampia

A
A
A
di Redazione 23 Giugno 2022 | 10:31

Un investitore professionale europeo su dieci giudica scarsa l’attuale offerta ESG nel mercato degli ETF a reddito fisso, mentre un altro 29% la descrive come media. Solo il 7% ritiene che sia eccellente, mentre il restante dichiara che sia abbastanza buona.

Questo è quanto emerge da una ricerca condotta dal provider europeo di ETF Tabula Investment Management Limited con investitori professionali con sede nel Regno Unito, in Francia, Germania, Italia e Svizzera che gestiscono collettivamente un patrimonio di oltre 140 miliardi di dollari.

Per quanto concerne i miglioramenti che potrebbero essere apportati nel mercato ESG del reddito fisso, il 60% degli investitori professionali intervistati afferma che vorrebbe vedere maggiore disponibilita’ prodotti innovativi. Il 54% desidererebbe una migliore copertura sulle diverse classi di attivi del reddito fisso ed il 44% gradirebbe piu’ trasparenza. Quattro intervistati su dieci vorrebbero una maggiore scelta di ETF ESG nel reddito fisso.

Per quanto riguarda le classi d’investimento nel reddito fisso che potrebbero vedere nuovi o migliori ETF ESG, il 62% degli investitori cita il credito societario, seguito dal 39% che indica il credito high yield e dal 39% che sottolinea l’esposizione ai mercati emergenti.

Classe d’investimento Percentuale di investitori professionali europei che vorrebbe vedere nuovi o migliori ETF ESG per classe
Credito societario 62%
Credito high yield 39%
Credito dei mercati emergenti 39%
Mercato delle emissioni 34%
Credito sovrano 32%
Strategie allineate al clima 27%
Strategie tematiche 4%

Commentando i risultati della ricerca, Michael John Lytle, amministratore delegato di Tabula, ha dichiarato: “La nostra ricerca mostra che vi e’ un ampio margine di miglioramento nella gamma di ETF ESG sul reddito fisso, con particolare attenzione all’innovazione e all’ampiezza dell’esposizione a diverse strategie. In Tabula stiamo lavorando duramente per offrire soluzioni uniche di ETF a reddito fisso con un forte focus su ESG. Quasi il 70% delle nostre masse in ETF è in ETF ESG (Articolo 8 – SFDR UE) o climatici (Articolo 9 – SFDR UE), il che contribuisce a spiegare perché i nostri AUM siano più che raddoppiati negli ultimi dodici mesi, passando da 440 a 725 milioni di dollari, mentre il mercato europeo degli ETF a reddito fisso nel suo complesso si è ridotto del 7%. Stiamo lanciando diversi nuovi fondi e stiamo esplorando come affrontare le lacune nelle soluzioni che rispondono ai bisogni dei nostri investitori. Ogni volta che proponiamo un nuovo fondo ai nostri clienti, questi ci comunicano altre cinque sfide che i loro portafogli a reddito fisso devono affrontare. È un ambiente molto dinamico, ricco di esigenze ed opportunità”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X