Etf: 21.co nominata parent company di 21Shares e Amun

A
A
A
di Redazione 7 Settembre 2022 | 11:45

21.co, società creata quattro anni fa dai co-fondatori di 21Shares, Hany Rashwan e Ophelia Snyder, e divenuta in poco tempo leader mondiale nello sviluppo di strumenti finanziari semplici che rendono più facile gli investimenti in criptovalute, è stata ufficialmente nominata “parent company” di 21Shares e Amun, diventando così un brand ombrello che racchiude al suo interno più società attive nel mondo degli asset digitali, le più grandi delle quali sono proprio 21Shares, che continuerà ad occuparsi dello sviluppo di ETP sulle criptovalute, e Amun, attiva nello sviluppo di token specifici per la semplificazione dell’accesso alla finanza decentralizzata (DeFi).

21.co annuncia inoltre di aver raccolto fondi per 25 milioni di dollari grazie ad un round di finanziamenti – provenienti principalmente da Marshall Wace – portando la valutazione totale della società a 2 miliardi di dollari. Questo la rende l’unicorno più grande della Svizzera in ambito cripto. Con questo finanziamento, 21.co incrementerà ulteriormente la sua già rapida e mirata crescita attraverso lo sviluppo e il lancio di prodotti unici nel loro genere, entrando in mercati chiave e circondandosi delle migliori figure professionali. Oltre a Marshall Wace, tra gli investitori figurano Collab+Currency, Quiet Ventures, ETFS Capital e Valor Equity Partners.

Questa raccolta è stata la prima nell’arco due anni e il fatto che ha avuto luogo durante il cosiddetto Crypto Winter rappresenta una ulteriore testimonianza di come la società sia riuscita ad avere successo in breve tempo e di come sempre più investitori vogliano investire in questa asset class. A dimostrazione di come la domanda di asset digitali stia crescendo, c’è anche il fatto che il tasso di ricavi registrato alla fine del 2021 aveva 9 cifre, anche in periodi di mercato ribassista. Tra settembre 2021 e settembre 2022, 21.co ha visto le proprie asset class crescere per 650 milioni di dollari netti e toccare il suo apice nelle masse gestite (AUM) nel novembre del 2021, per un totale di 3 miliardi. Infine, per supportare questa rapida espansione, l’organico della compagnia è cresciuto del 75%.

Fin dalla sua fondazione nel 2018, 21.co si è sempre posta l’obiettivo di costruire ponti tra la comunità e il mondo delle criptovalute, avviando un percorso molto arduo per essere sempre all’avanguardia sul mercato, fornendo ai suoi investitori gli ETP più innovativi, la gamma di token più ampia e piattaforme software decentralizzate per creare e gestire i prodotti in portafoglio da tutto il mondo e per offrire altre soluzioni innovative. Tutto questo è stato affiancato da attività di ricerca imparziali e mirate a educare gli investitori.

“Io e Ophelia ci siamo posti l’obiettivo di rendere più accessibili le criptovalute” – ha dichiarato Hany Rashwan, CEO e co-fondatore di 21.co – “Adesso siamo la start up tech più grande e con la maggiore valutazione di mercato in Svizzera; nonostante ci troviamo ancora nelle prime fasi di vita della società. Con l’asset class che continua a rafforzarsi, lo scopo di 21.co rimane quello di fornire prodotti che soddisfino la crescente domanda degli investitori”.

“Il successo che 21.co ha ottenuto in questi ultimi 4 anni è davvero straordinario” – ha commentato Ophelia Snyder, presidente e co-fondatrice di 21.co – “Abbiamo creato un team di persone molto diverse tra loro, ma comunque formato dalle menti più brillanti del mondo cripto; inoltre, siamo riusciti ad attrarre i migliori investitori del mercato. Il nostro percorso per rivoluzionare il mercato degli asset digitali e per costruire collegamenti verso questi ultimi è appena all’inizio”.

Amit Rajpal, Partner e CEO di Marshall Wace per l’Asia, ha aggiunto: “La cultura aziendale di Marshall Wace è totalmente incentrata sull’innovazione; perciò, non ci siamo stupiti quando abbiamo ci siamo ritrovati subito allineati con 21.co, in quanto pioniere dell’universo cripto e impresa votata alla crescita e allo sviluppo di prodotti innovativi per gli investitori su tutti i mercati. Inoltre, riteniamo che 21.co sia la realtà giusta per rivoluzionare l’intero settore anche in questa fase ribassista”.

Infine, Cathie Wood, fondatrice, CEO e CIO di Ark Investment Management LLG, nonché membro indipendente del consiglio d’amministrazione di 21.co, ha concluso: “Ho compreso la visione di lungo termine e la determinazione di 21.co di rivoluzionare l’intero settore fin dal primo giorno. Questa raccolta è la testimonianza del successo e dell’abilità dimostrata dalla compagnia di operare in mercati sia rialzisti che ribassisti. Sono molto orgogliosa di essere parte della storia di 21.co”.

21.co

21.co è il leader mondiale di prodotti semplici e facili da comprendere e utilizzare che forniscono agli investitori un accesso al mondo delle criptovalute. 21.co è la parent company di 21Shares, il più grande emittente al mondo di ETP sulle criptovalute, e di Amun, provider di token specializzati nel rendere la DeFi più accessibile. L’impresa è stata fondata nel 2018 da Hany Rashwan e Ophelia Snyder; è registrata a Zug, Svizzera, e ha uffici a Zurigo e New York.

21Shares AG

21Shares AG è la società leader mondiale negli ETP sulle criptovalute, con 37 prodotti dedicati tra cui i primi indici a replica fisica su Bitcoin, Ethereum e Crypto. 21Shares ha un attivo gestito di oltre 1 miliardo di dollari suddivisi in oltre 37 ETP dedicati e 130 quotazioni, tra i quali figurano il primo ETP al mondo che riproduce le performance di Binance, 4 basket ETP e due ETP – su Tezos e Solana – che offrono una remunerazione allo staking degli investitori. Inoltre, 21Shares ha lanciato la sua innovativa Crypto Winter Suite, che supporta gli investitori con una serie di ETP adatti per un mercato ribassista. Il CBTC ETP, ad oggi il prodotto più economico al mondo per la sua categoria, appartiene proprio a questa gamma. I suoi prodotti sono quotati su piattaforme regolamentate europee e svizzere.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti